Mariallegra Saint Amour @MariallegraSaintAmour
Fammi una domanda
RSS answers
Come chiamerai il tuo primo figlio?
Queste decisioni devono essere frutto di compromesso tra entrambi i genitori, vedi Mariallegra
Che fai?:)
Ascolto Sea Oleena e mi concedo un mon cheri :)
Si. Sono tornato dopo un bel po' di tempo, e mentre andavo a prendere il bus ci siamo visti. È stato bello rivederti, credi in te stessa e non fare come faccio io. Buona caccia.
Ma io non ti conosco, o sbaglio? Quando ci siamo visti prima di questa sera?
Scrivimi senza anonimo, per favore
Beccato! Pensavo che anche voi cantaste favole. Ahah Pavia, che città
Dimmi che eri tu, in centro
Primo e ultimo link (http://en.textsave.org/N6ub) perdonate gli strafalcioni grammaticali. Se qualcosa non vi è chiaro, chiedete. Un abbraccio.  Disturbo schizoide.
Un nuovo capolavoro di Baricco, parole che rimangono impresse nella mente che, esprimono tutto ciò che non si è mai stati capaci di capire, di materializzare.
Parole lette con un leggero sorriso. Non poter smettere di leggere, un libro letto in un solo giorno ma che vorresti non terminasse mai.
Capitoli che raccontano di emozioni e pensieri, che leggono la tua anima.
Frasi malinconiche e consapevoli, profonde, che regalano serenità, come se portassero la verità.
Un libro da tenere nascosto ma sempre vicino, da proteggere, il libro migliore, quello da consigliare, o da regalare, se si desidera donare parte di sé stessi.
Pagine spesse e ruvide, profumate di nuovo anche se ingiallite dal tempo.
Lettere scure e definite, di piccola dimensione.
Sottolineature ed appunti in matita.
Un libro sottile, non una parola è sprecata od inutile, uno stile coinciso, diretto, periodi brevi o più complessi, raccontano ciò che devono e nulla più.
Scusami per aver risposto solo ora, buona serata :)
Chi è il più bono della scuola?
Non saprei, ce ne sono un po', fammi dei nomi, se vuoi
Mi sono innamorata :):)❤ ❤
Auguri e figli maschi
Perché il cielo è azzurro?
Perché il succo di frutta è arancione e le mie unghie marroni anche se, la mamma non vuole?
Perché il cielo è azzurro?
2 people like this
hai delle bellissime labbra e dei bellissimi capelli
Grazie, che gentile :)
Posso sapere chi sei?
1 person likes this
parla della tua piú grande delusione amorosa
Non ho mai avuto grandi delusioni amorose, è successo che io sia rimasta delusa dal modo in cui si sono concluse le cose, dal comportamento delle persone.
In ogni caso no, non ne parlo
Sorrido alle tue parole, che io sia più maturo non si può dire, però penso di aver fatto parecchie boiate ed aver imparato qualcosa. Dalla foto vedo che fai gli scout, e ti lascio con una mia frase: Le persone migliori che conosca o sono scout o si concedo erba. Buona caccia
Sì, sono scout, tra l' altro la frase iniziale che hai scritto è parte di una canzone del CNGEI, io sono AGESCI, però credo di averla sentita forse una volta.
Sei di Pavia?
La frase ha fatto sorridere me, ti ringrazio
Non penso che tu voglia conoscermi, lascia che sia uno stupido anonimo. Un giorno studierai Kant con la sua critica della ragion pratica, bhe io la condivido pienamente. E' vero che restiamo sempre nell'illusione, ma insomma non vogliamo neanche provarci?
Provare ad agire, intendi?
Sì certo, in caso contrario nessuno avrebbe modo di osservare nel silenzio, ed imparare.
Credo inoltre di avere io un atteggiamento pessimistico e disfattista, certamente si può provare, tentare di uscire dalla gabbia, dalla mente programmata che ormai ci appartiene, probabilmente è anche cosa non più difficile di quanto lo sia accettare l' illusione.
Ti sbagli, mi piacerebbe sapere chi sei, da quanto ho capito sei più grande e maturo/a di me, dunque sarei in ogni caso felice di conoscerti
Questa è la condizione dell'uomo. Tanti filosofi e letterati la raccontano Foscolo, Pascal il leo e tu ne fai parte. Meglio capire già da adesso come funziona, o forse no, mah che diamine l'importante è agire. Cresci bene piccola filosofa
Ma come si può agire se si han gli occhi bendati? Necessitiamo di certezze, coerenza e modelli da seguire.
Partendo dal presupposto che non faccio distinzioni tra giusto o sbagliato a priori, ma per ciò che è bene o male, per l' uomo e il suo benessere,
a mio parere bisognerebbe limitarsi più spesso, ad osservare in silenzio, senza agire, invece che giocare nel buio.
Chi sei?
Quante volte siamo stati con gli occhi spalancati a sentire, favole incantate o storie strane di maghi e fate.
Troppe volte le abbiamo ascoltate e credute, ho pensato questa sera, per una serie di ragionamenti dovuti alla stanchezza, alla malinconia portata dal buio, ch' è tutta un' illusione.
Illusione costruitaci intorno per proteggerci, una gabbia, le favole prima di tutto, da piccoli si crede se t' insegnano a farlo.
Ricordo le giornate passate a leggere libri su fate, il pomeriggio uscivo ed andavo a cercarle, conoscevo i loro nascondigli, i problemi quasi non esistevano, in parte per l' età, in parte per la sorta di fede c' avevo nei confronti di queste.
Ed ora mi domando come il tempo possa aver cancellato i ricordi nella mente di coloro che le favole le leggevano, probabilmente bisognerebbe leggerle agli adulti, le storie, ma in fondo, è proprio ciò che si fa.
Ancora c'è qualcuno che recita per loro, talvolta, sapendo leggere, l' illusione se la creano da sé. Ed una volta c' hai imparato, è facile. Adatto all' uomo, più che altro, il quale sprovvisto di credenze ultime, spesso dogmi, non è in grado d' essere, né di stare in vita.
E allora meno male, che gli occhi non li abbiamo mai spalancati, son sempre stati chiusi, e lo resteranno, un po' come da morti.
1 person likes this
Chiedo scusa per lo scomodissimo link: http://ask.fm/VoltaCeleste/answer/120674962933  Disturbo schizoide.
✎ «Come hai deciso di chiamarti, qui?» Mariallegra Saint Amour
✎ «La tua scelta ha un significato al suo interno?» È il mio nome, o meglio, parte del mio nome
✎ «Se fossi una parola, quale vorresti essere?» Malinconia, ha un suono dolce, e triste, come le onde del mare, la pioggia, mi sento così.
Ho una malinconia di fondo, forse continuamente, da quando sono piccola, è il mio carattere, mi piace questa sensazione, mi fa sentire al sicuro, quasi libera.
✎ «E… quale sarebbe la parola che cercheresti nel mondo da affiancare alla tua?» Euforia, l' eccesso, l' estremo, una libertà per gioco, la felicità che porta al polo opposto.
✎ «L'hai già trovata?» Riesco a toccarla, a volte, o almeno è ciò che penso, in fondo, non posso esserne sicura, esiste sempre qualcosa di più verso il quale spingersi, da raggiungere.
✎ «Qual è l’ultima frase che ha mosso in te qualcosa?» " Se lo guardi non te ne accorgi: di quanto rumore faccia. Ma nel buio.. Tutto quell' infinito diventa solo fragore, muro di suono, urlo assillante e cieco. Non lo spegni, il mare, quando brucia nella notte. " Alessandro Baricco, Oceano Mare
✎ «Alla vista di cosa hai spalancato gli occhi, l’ultima volta?» Mia mamma, mi ha appena detto che, le hanno confermato una proposta lavorativa, non saprei come spiegare, è una cosa particolarmente importante, sono felice per lei.
✎ «Cosa ti rende felice?» La serenità di mia mamma, l' amicizia, quella vera, riuscire a sentirla, provare emozioni forti, incontrare nuove persone, rompere la quotidianità, sapere che esiste un futuro e che sarà, in ogni caso, differente dal presente
✎ «Cosa invece, ti rende triste?» Perdere le giornate, renderle inutili, pensare alla morte di persone a me care, la tristezza di persone a cui voglio molto bene, gran parte delle persone, il loro pensiero, il conseguente comportamento.
✎ «Quale pensi sia una tua peculiarità?» Sono in grado di ascoltare, mi ritengo sensibile quanto basta per capire me stessa, ed in parte le altre persone
✎ «C’è qualcosa che cerchi di nascondere agli occhi delle persone?» Non credo, di nascondere volontariamente, parti di me, il mio carattere mi porta a non farmi conoscere, a mostrarmi come una persona che differisce per certi aspetti da quella che sono realmente, dal punto di vista caratteriale, mentale, a volte volontariamente dico cose che non penso, non mi piace che le persone conoscano il mio pensiero in ogni situazione, non mi piace aprirmi completamente, forse è paura, non saprei.
✎ «Ti lascio un paio di righe vuote, riempile come più ti aggrada». Ho già scritto molto, di me, ti ringrazio per le domande, mi danno modo di scrivere e le apprezzo particolarmente, buona serata ♥
6 people like this
Ti è mai capitato di sentirti, in qualche modo, speciale?  Disturbo schizoide.
Mi è capitato, in passato, di credere di sentirmi speciale, ora come ora invece, risponderei di no, non mi sento speciale, e credo di non essermi mai sentita tale; che poi, speciale rispetto a cosa? O per chi? Facciamo ciò che dobbiamo, che possiamo, non siamo niente di più, come niente di meno.
3 people like this
Di una cosa che non sa nessuno di te
Quando mangio la carne, metto prima nel piatto un po' d' aceto e di sale, li stendo sul fondo, poi metto la carne, penso sia buonissima
Ecco ora lo sapete tutti
1 person likes this
Quando è avvenuto il tuo cambiamento mentale maggiore?
Credo di cambiare, per aspetti più o meno evidenti, quasi continuamente, in ogni caso un grande cambiamento penso sia avvenuto quest' anno
Eheheh non se po' dire❤️
Ma no dai, sì che si può
1 person likes this
Un cuoricino ❤
Chi sei?
Sei bella ti vedo spesso in giro. Stai con qualcuno?
Margherita Margherita, non è da signorina mettere un piede in due scarpe
«In cosa credi quando il tuo "sole" tramonta?»  Disturbo schizoide.
Credo che un giorno avrò un sole che sorgerà, per la prima volta. Credo nel fatto che in futuro saprò distinguere un sole dal buio, poiché avrò conosciuto entrambi, credo che saprò, forse distinguere il sorgere dal tramontare, e che avrò imparato ad essere triste come ad essere felice. Credo che ci saranno giorni migliori, che saprò conoscere altre emozioni, nuove, positive. In fondo non credo in niente, spero, almeno per ora.
7 people like this
riesci a metterti 2 dita nella stessa narice?
Ogni volta spero mi sia arrivata una domanda interessante, e invece rimango sempre delusa da 'ste domande stupidissime ahaha dai
1 person likes this
Descrivi la tua città. Metti in evidenza i lati positivi e negativi della tua città dal tuo punto di vista. Se vuoi, puoi comporre la tua descrizione come se fosse il testo di una canzone. Grazie mille. So che siete i migliori tra i migliori.  Lucas
Pavia è la città nella quale vivo, nonostante ciò non ritengo sia la mia città, e spero non lo diventi mai.
È una città a misura d' uomo, nel complesso non le manca niente, sia per quanto riguarda le chiese, le scuole, i negozi, che per quanto riguarda gli spazi verdi e i parchi.
Tuttavia, non amo abitare qui, questo posto, come i più che vi abitano, è diventato monotono, cupo, forse perché identificato con la mia vita. In effetti molto spesso è la percezione della propria esistenza a fare di un luogo ciò che per noi è, a farci stancare di questo, a farcelo addirittura odiare.
Penso sia ormai una città vuota, penso di avere preso tutto il possibile da Pavia, e fosse per me, me ne andrei volentieri.
si benissimo, grazie!
Figurati!