Ask @TomAccetta:

Tom spieghi perche hai deciso di frequentare filosofia?

Finalmente una domanda interessante.
Se qualcuno mi chiedesse per quale materia io sia maggiormente portato, "filosofia" non sarebbe certamente la mia prima risposta. Spesso accade che al termine degli esami molte persone non hanno la minima idea su cosa studiare all'università. Spinti dalle aspettative degli altri imboccano strade che molto probabilmente non riusciranno a percorrere fino al termine.
Io invece ho sempre considerato lo studio come una cosa importante, che serve certamente a conoscere il mondo, ma soprattutto me stesso. Dico questo perche durante la mia adolescenza, tutt'altro che facile (non per motivi "esteriori"), ho avuto la fortuna di incontrare (metaforicamente) alcune personalità che mi hanno letteralmente salvato la vita.
Perciò sin dal 3o superiore ero gia fermamente convinto di voler continuare gli studi. Effettivamente avrei potuto fare molte cose, prima di tutte, avrei potuto studiare informatica. Pochi lo sanno ma sono un asso in informatica, tanto che in 2° superiore avevo già imparato alla perfezione 7 linguaggi di programmazione. Non male per un ragazzino in eta puberale. In quinto superiore poi inizia a cambiare idea, incominciai a concentrarmi di più sulla matematica. Non ero bravissimo, ma mi affascinava molto, tanto da studiare programmi universitari che ovviamente prescindevano da quelli scolastici. Poi fu il tempo dell'economia. Alle superiori molti dei miei professori pendevano dalle mie labbra. Ho sempre, e conservo tutt'ora, un buon rapporto con alcuni miei professori fra cui la professoressa di Italiano, quella dell'ultimo anno, e la professoressa di economia, una donna speciale che mi amava come se fossi suo figlio. Per lei avrei dovuto studiare economia.
Andando avanti, questa mia predisposizione per molte materie paradossalmente mi è stata d'intralcio per la scelta dell'università. Iniziai ad essere consapevole che scegliere una materia significava escludere tutte le altre.
Allora cos'è stato effettivamente che mi ha fatto scegliere la filosofia? la risposta è tutt'altro che ovvia.
Non è un una semplice coincidenza che gli iscritti a filosofia quest'anno siano aumentati. La risposta risiede nello spirito del tempo che si facendo vivo. Un pò come lo spirito assoluto di Hegel, il tempo - questo tempo - ha scelto per me. Sembrerà stupido ma lo penso davvero. Nietzsche diceva che i filosofi (lungi da me considerarmi come tale) sono piante rare che, come gli artisti, appaiono nei momenti di grande pericolo.
Basta ora

View more

Next