Ask @alessiaesse:

perchè non scrivi più fan fiction su efp?

Vorrei tanto avere il tempo per tornare su EFP, ma in questo momento tempo, energie e neuroni sono per La Trilogia di Lilac. In autunno (Natale al massimo) ripubblicherò una delle ff che ho ritirato qualche anno fa, per cui potrai leggere (o rileggere) quella. Nulla di inedito, però. Almeno per ora.

View more

Ciao dove posso ordinare tutti i tuoi libri?Scrivi benissimo!

Grazie! :)
Amazon.it è il modo più facile ed economico per acquistare i miei libri. Li trovi sia in formato cartaceo che e-book
A partire dall'inizio del 2014 puoi acquistare (solo in formato cartaceo) anche sui siti che trovi a questo indirizzo: http://alessiaesse.blogspot.it/p/acquista.html. (Su InMondadori puoi pagare anche alla consegna, qualora tu non abbia una carta di credito.)
Buona lettura ;)

View more

Forse te lo hanno già chiesto (ho controllato ma non si sa mai), da dove è nata l'idea di un mondo femminile?Compreso il virus e tutti gli annessi e connessi. E' un'idea originale che ho amato -soprattutto perchè ben sviluppata- ma inquietante sotto certi aspetti..Qual è stato il fattore scatenante?

Ero all'università. Fui bocciata ad un esame (assieme a tutte le altre studentesse; gli studenti furono misteriosamente promossi) e quando tornai a casa, arrabbiata e frustrata, pensai: Quanto sarebbe bello, il mondo, se fossero le donne a governarlo! (il professore che ci aveva bocciate era una maschio). Da quel momento ho iniziato ad immaginare un mondo al femminile, in cui le donne potevano riprodursi e vivere senza gli uomini.
Il virus è arrivato in un secondo momento, quando mi sono chiesta: Perché i maschi non esistono più?, e lo stesso vale per tutti i piccoli/grandi dettagli del mondo di Lilac. Col tempo, rispondendo alle mie stesse domande, ho creato la trilogia.

View more

Perfetto è ambientato in Francia e in Italia, mentre Segreto è ambientato a Roma. Puoi dirci qualcosa sull'ambientazione di Infinito?

*Questa risposta contiene spoiler per chi non ha letto Segreto*
--
--
--
Alla fine di Segreto, Baguette e Lilac si separano. Questo porterà, in Infinito, ad avere due "teatri" principali in cui gli avvenimenti si svolgeranno. Saranno gli unici? No.
(Vorrei poter dire di più, ma non voglio in alcun modo anticipare ciò che succederà nell'ultimo libro della trilogia.)

View more

Ho notato che conosci bene l'inglese... Come hai fatto a impararlo? Viaggi all'estero, facoltà di lingue, o...? :)

Il 90% della mia capacità di conoscere l'inglese arriva da libri, film e telefilm letti/visti in lingua originale. La "necessità" di conoscere storie (su carta e in video) inedite in Italia mi ha spinto a migliorare la capacità di comprensione e di dialogo in una lingua non mia.

View more

Ho una domanda sul tuo modo di pensare come scrittrice. Sei un'autrice in gamba e penso che, oltre alla trilogia di Lilac, tu possa avere ulteriori progetti. Il tuo consiglio per chi scrive delle saghe, trilogie o quadrilogie o più, quale sarebbe? Prima finire una serie e poi iniziare altro? O no?

Come per ogni cosa che ha a che fare con la scrittura, il mio parere è: trova il TUO metodo, e seguilo.
C'è chi porta avanti più progetti, c'è chi riesce a concentrarsi solo su una cosa alla volta. Non c'è una regola, non può esserci una regola, perché ciò che va bene per Tizio può andar male per Caio.
Io porto avanti più progetti, ma non è detto che ognuno di essi diventerà un libro. Si tratta di capitoli e dialoghi che scrivo in special modo per 'staccare' dal progetto principale, ovvero la Trilogia di Lilac. Una valvola di sfogo, mettiamola così.
Il mio consiglio è quello iniziale, quindi: trova il TUO metodo attraverso delle prove (e anche attraverso gli errori); valuta il tempo che hai a disposizione, le scadenze, le priorità. Non dirti 'Oh, no, devo prima finire *questo* e solo dopo potrò passare a *quello*'. Scrivere per obbligo, o seguendo una tabella rigida, non è il miglior modo per scrivere. Non ci sono regole, se non quelle che nascono dal tuo metodo.

View more

Next