Ask @isabellva:

Buonasera following. Hai mai perso qualcosa di importante o a cui eri particolarmente affezionato? Come è successo? (Ho aggiunto qualche persona ultimamente, se ti dà fastidio ricevere le mie domande saltuarie dimmelo pure!)

Alaska con la valigia
Quando ero in seconda liceo mia madre un giorno mi ha regalato un anello, non era per nessuna occasione in particolare e non era nulla di prezioso, sono sicura che non sia costato più di trenta euro. Per più di due anni l'ho indossato sul pollice della mano sinistra, tutti i giorni. Se me lo dimenticavo tornavo a casa a prenderlo e se non potevo restavo di cattivo umore tutta la mattina. Quest'estate una notte ero a una festa in spiaggia e mi sono resa conto di averlo perso. Sono tornata a casa a vedere se l'avessi lasciato lì, e quando mi sono resa conto che doveva essere nella sabbia da qualche parte sono rimasta sveglia con il mio migliore amico e l'ho cercato appena si è fatta mattina e c'era un po' di luce, ma non l'ho più trovato. Non mi vergogno a dire che ho pianto, avrei preferito perdere il telefono. Non era nemmeno così bello, ma in due anni era diventato l'oggetto più importante che avevo, che tristezza. Per le prime settimane mi capitava ancora di stupirmi per un secondo perché non era al suo posto, poi mi ricordavo. Sono patetica hahaha

View more

Perchè ci metti sempre una vita a rispondere?

Perchè mi sveglio ale 5:50, mi faccio un ora di scuolabus e sei di lezioni, poi ho tennis tutti i giorni che mi fa tornare a casa tardi. Quando arrivo a casa sono stanca, mangio presto e ho ancora tutti i compiti da fare, dopo i quali il più delle volte mi infilo direttamente a letto o passo un po' di tempo con la famiglia, senza nemmeno accendere il pc. In parole povere non ho tempo e comunque non apro ask tutti i giorni, sorry.

View more

Buondì! Ascoltando la canzone L'ultima volta di Guccini mi è venuta la curiosità di conoscere le vostre estati di quando eravate bambini. Cosa aspettavate con ansia? Vacanze, giochi, ricordi, raccontatemi qualcosa. :) Ne avete nostalgia?

Alaska con la valigia
Rispondo ora, scusa il ritardo! Da quando non camminavo ancora ho sempre passato le mie estati al mare nello stesso paesino veneto ed è sempre stato il periodo più bello dell'anno, sono piena di ricordi felici delle mie estati da bambina come di quelle da adolescente, tutte legate agli stessi luoghi. Nelle stesse spiagge in cui ora ci sono falò, feste e bagni di mezzanotte qualche anno fa con le stesse persone c'erano battaglie di gavettoni, nuotate in piscina e infinite partite di nascondino. Queste ultime sono uno dei miei ricordi più belli, ricordo che aspettavo l'estate con ansia perchè mentre a Milano da bambina non potevo semplicemente uscire di casa e ritrovarmi a giocare con gli altri bambini, nelle sere d'estate dopo cena io e mio fratello scendevamo in giardino e giocavamo per ore con una decina di amici con cui sono cresciuta insieme e con cui ancora passo le estati. Sono sempre stata legata a quel paesino e durante l'inverno non vedevo l'ora di tornare a calpestare la sabbia bollente, avere la pelle coperta di cloro e sale e mangiare pesche dalla mattina alla sera, che bei ricordi :)

View more

Asko: Hai un ricordo a cui sei particolarmente legato/a ?

Mattia Luperto
Io di natura tengo tantissimo a tutti i miei ricordi, sarà per questo che ho la fissazione di incolare qualunque biglietto/scontrino/cazzata da qualche parte e sono fisicamente incapace di cancellare foto e messaggi dal cellulare haha
Sono particolarmene legata ai ricordi delle mie estati e ogni tanto mi piace riguardare le foto risalenti a qualche mese prima o riproporli durante una conversazione, ma in gerale sono un po' maniacalmente fissata con tutti i miei ricordi e con lo scriverli o fermarli in qualche modo.

View more

Sto leggendo il tuo blog con davvero molto interesse :) Confermo la mia prima impressione, sei brava a scrivere e a descrivere, molto più della media della tua età, è un piacere leggerti :) Ho visto che inizialmente l'inglese non lo capivi bene, l'hai imparato sul posto solo parlando con la gente?:)

Alaska con la valigia
Grazie! Io sono arrivata con un inglese abbastanza buono, diciamo che dopo i primi giorni di smarrimento non avevo molti problemi di comprensione, più che altro la cosa complicata è esprimersi! Appena inizi a stringere amicizie e parlare con tanta gente però tutto si fa più facile e con il tempo impari nuove parole, modi di dire, espressioni che non conoscevi e fai anche in tempo a dimenticarti l'italiano haha

View more

Cosa pensi che Ask.fm abbia che non hanno gli altri siti?

Ragazze dell'intelligenza di un barattolo a cui basta che qualcuno dica in anonimo "Sei grassa!" perchè postino foto mezze nude, ovvero esattamente ciò che l'anonimo voleva. Ma attenzione, la cosa è accettabile perchè le loro foto allo specchio del bagno sono in costume, è come se fossero al mare, guai a pensare che siano esibizioniste! Ci sono inoltre i divertenti teenager sbarazzini che postano foto in cui maneggiano scope in risposta a domande sessuali, a coppia con quelle che pubblicano foto di ortaggi alla richiesta di una foto nuda. Quelli che rispondono con "AHAHAHA" lunghi qualche km, chi racconta la sua vita nel modo più drammatico possibile e i ragazzi che si atteggiano da principe azzurro per avere una mandria di tredicenni ai loro piedi. Tante persone originali e divertenti.

View more

Buondì! Torno con una domanda: Qual è la cosa che vi mancherebbe di più dell'Italia, se un giorno doveste lasciarla? L'aspetto di questo paese che vi piace di più, insomma. (Chi l'ha già lasciata - beato lui - può rispondere ugualmente :) Ha det bra!

Alaska con la valigia
Sono una via di mezzo tra le due categorie, sono da sei mesi che vivo in America ma dovrò tornare in Italia per finire il liceo, dopo i miei progetti non sono ancora chiari :)
Una delle cose che mi mancano più dell'Italia sono i trasporti pubblici, giuro. Se ogni sedicenne americano ha una macchina c'è un motivo, ovvero che qui non avere un mezzo di trasporto è come non avere una gamba. Le città più grandi hanno bus e metropolitane (non tutte, ad esempio Seattle è gigantesca e non ce l'ha) ma in quelle più piccole non c'è assolutamente nulla. A questo si aggiunge il fatto che le piccole città americane non hanno un centro: scuola, centro commerciale, supermercato o qualunque cosa di cui tu posso avere bisogno sono separati in parti diverse della città divise da quartieri residenziali, e questo rende praticamente impossibile l'esistenza di trasporti pubblici decenti. Il punto è che qui se non hai una macchina non puoi andare da nessuna parte, senza un passaggio non puoi uscire con i tuoi amici e anche andare a fare la spesa diventa complicato, senza una macchina hai l'indipendenza di un tredicenne. Nei momenti in cui non posso uscire di casa perchè non ho un passaggio o ho bisogno di qualcosa ma non posso uscire da sola per andare a comprarlo rimpiango Milano, i suoi tram e il metrò, sebrerà stupido ma è davvero una cosa che mi manca!

View more

Qual è il tuo livello di patriottismo?

Prima di quest'anno non ero patriottica ne' odiavo l'Italia, è solo dopo essere partita che ho iniziato a rendermi conto di quanto amo il mio paese e ne sia orgogliosa. E' difficile rendersi conto della bellezza dell'Italia finchè ci si vive, pensate solo a tutte le persone che fuggono all'estero o vorrebbero farlo.
Ma sapete cosa? Al di fuori del paese in cui siete nati ci sono gli stessi problemi, senza però tutte le meraviglie dell'Italia che qualunque straniero ammira. Forse qui in America c'è una situazione politica un po' migliore, ma non crediate che sia la terra promessa, perchè non è così. Qualunque Americano quando mi chiede da dove vengo mi risponde che sono fortunata, e ci ho messo tanto a rendermi conto che è vero. Quale paese ha una storia immensa come la nostra, una delle cucine migliori del mondo, la moda e il design italiano, una fetta così grande del patrimonio artistico mondiale e città meravigliose come Roma, Milano, Venezia e così tante altre che non so quali nominare? Viviamo in un paese dove c'è storia ovunque ti giri, pieno di resti romani e greci, con così tanta arte che non abbiamo abbastanza musei per esporla, in cui anche paesi minuscoli hanno chiese vecchie centinaia di anni e una storia unica, come si può non amare l'Italia?
Si, abbiamo una situazione finanziaria e politica orribile che ci sta trascinando sempre più in basso, ma sono convinta che basterebbe che ci rendessero conto di tutto ciò di meraviglioso che abbiamo per iniziare a rispettarlo e smettere di evadere le tasse, rubare allo stato o continuare ad aggravare la posizione dell'Italia. Viviamo in un paese unico che qualunque straniero vuole visitare, impariamo ad amarlo.
Ricapitolando sì, sono patriottica e amo l'Italia in un modo che non mi sarei mai aspettata, e anche se forse un giorno andrò a vivere all'estero non smetterò mai di gonfiarmi d'orgoglio quando sento l'inno di Mameli e non rinnegherò mai le mie origini. Viva l'Italia ragazzi.

View more

asko: parlami un pò di te stessa

Mi chiamo Isabella, ho diciassette anni e da quattro mesi e mezzo vivo in un paesino in mezzo al deserto nello stato di Washington, Stati Uniti. In generale sono una persona allegra con una particolare tendenza a comportarsi da idiota e un tempo la mia debolezza principale era l'insucrezza, ma ora per fortuna sto migliorando su questo fronte (anche perchè peggiorare sarebbe stato davvero difficile). E basta, è difficile parlare di me perchè in questo periodo sto cambiando molto, prenderò quest'anno lontano dall'Italia così come viene e vedremo come mi sarò evoluta in questi dieci mesi :)

View more

Next