#cucinare

456 people

50 posts

Posts:

A te da fastidio cucinare cose non veg?

È una domanda che mi è stata sempre fatta, e ho sempre risposto allo stesso modo: "disciplina e adattamento". No, non mi dà per niente fastidio, forse perché mi viene naturale cucinare per gli altri. Fin da piccola lo facevo per la mia famiglia, e dopo ho iniziato a farlo per lavoro. Recentemente una mia collega mi ha fatto la stessa domanda in un altro modo: "Ma come fai a non essere tentata?" Non so ancora rispondere a questa domanda. Non sento l'istinto, e ricordo praticamente tutti i gusti di quando, prima dei miei tredici anni, non avevo ancora intrapreso il percorso da vegetariana. Mi viene naturale. E no, nel caso qualcuno mi leggesse da poco, non mi interessa se vi piace la carne, piuttosto ditemi con che tipo di cottura. Ricordo che a me piaceva come la faceva nonna: carne tenera, cotta al vapore con tanto prezzemolo, aglio, olio e sale. La lasciava coperta su un piattino che veniva messo nei bordi della pentola in cui stava cuocendo la zuppa.

View more

Come hai passato la pandemia di covid? Racconta

elenaavagnina’s Profile Photoelenaavagnina
Mi alzavo alle 9
Skincare super mega tranquilla
Mille maschere per i capelli
Seguivo le lezioni universitarie mezza in pigiama
Videochiamata con amiche
Un sacco di tempo per cucinare
Per vedere serie tv
Insomma tutto bellissimo
Penso di essere l’unica che ha amato la pandemia !!!
Mi servirebbero sempre 2/3 per disintossicarmi dal mondo intero

Come hai passato la pandemia di covid? Racconta

elenaavagnina’s Profile Photoelenaavagnina
Ho cercato di mantenere uno spirito positivo, inizialmente. Ho messo su il tapis roulant per tenermi attiva, e per un po' è stato il mio modo di liberare le preoccupazioni e concentrarmi sul presente. Ricordo distintamente il suono regolare dei miei passi che si fonde con il ronzio costante del motore, il respiro profondo e il sudore. Ho trovato conforto nella cucina, trascorrendo ore a cucinare, infornare e sfornare, sperimentando nuove ricette e dedicandomi alla preparazione di dolci. Le giornate trascorse tra fornelli e impasti mi riempivano di realizzazione e soddisfazione, mi piaceva creare momenti di condivisione. Continuavo a seguire le mie lezioni universitarie online, cercando di mantenere un senso di normalità nella mia vita, e nel frattempo affrontavo le difficoltà e le incertezze della relazione a distanza che avevo al tempo. Ho cercato di essere vicina alla mia famiglia, soprattutto ai miei nonni, nonostante le limitazioni. La mia nonna ha cucito per me una miriade di mascherine di stoffa, ognuna con un tocco personale differente che rifletteva l'amore che nutre nei miei confronti. Ho conosciuto nuove persone online e mi sono riavvicinata a vecchi amici, è stato un periodo di connessione e solidarietà. Ma la pandemia ha portato con sé anche momenti di grande dolore. Io e mia sorella, positive, siamo rimaste segregate in camera per due settimane e allo stesso tempo mio nonno è stato ricoverato in ospedale, peggiorando rapidamente. E' stato un momento di grande frustrazione, ma anche di profonda contemplazione. Ogni giorno era un'agonia di speranza e paura. Mi sentivo impotente, ma trovavo conforto nell'idea che il mio amore lo avrebbe raggiunto ovunque.
Perderlo, è stato devastante.
Ho conservato il mandala che colorai pensando a lui. Un vortice nero e verde scuro, dolore e gratitudine.

View more

Anche le donne lavorano duro per comprare le proprie cose, non tutte hanno bisogno di un uomo.🦋

Il problema è che viviamo in una società con mentalità ancora medioevale che la donna è "vista" come quella presenza che è "obbligata" a stare a casa a cucinare, accudire i figli e pulire casa e la cosa più spaventosa che c'è gente che la pensa ancora così nel 2024

Rq: your characters' current thoughts 💭

💭: Dovrei imparare a cucinare una volta per tutte. Mamma ha provato a insegnarmi innumerevoli volte e io non le ho mai dato ascolto in tutti questi anni. È che i fornelli non fanno per me. È come una repulsione naturale, quella che provo nei confronti della cucina. È così da sempre, credo. Perciò il più delle volte mangio cibo precotto, che non è molto salutare. Oppure mi concedo dei pasti al ristorante, Bao è il mio preferito in assoluto, solo che non me lo posso permettere nel lungo termine, dovrei risparmiare un po’ di soldi per qualsiasi emergenza. E non posso nemmeno continuare a fare affidamento sui miei fratelli. Loro sono bravi, a differenza mia, però mi sento un peso e questa sensazione non mi piace. Sì, devo decisamente rimboccarmi le maniche. Potrei cominciare con delle ricette semplici, guardare dei video su Youtube, le risorse a cui attingere ci sono. È deciso: da lunedì m’impegnerò per diventare più autosufficiente…! Spero di non combinare troppi disastri— questo mi preoccupa un pochino.

View more

Rq your characters current thoughts

Se potessi imparare a cucinare perfettamente un piatto, quale sceglieresti e perché?

Ultimamente sono fissato con la cucina dell'est Europa. Mi piacerebbe imparare a fare bene uno dei loro piatti tipici, soprattutto le zuppe.
Liked by: rainbow Deb Vᥱrᥲ

Day 21 pubblica una foto che rappresenti il tuo stato d'animo attuale

Ila_cre’s Profile PhotoIla♥️
Sono appena rientrata da lavoro, oggi sarà una giornata pesantuccia per mio fratello. Dato che qui fa ancora freddino sto preparando del brodino di pollo con verdure e crostini di pane..che è anche uno dei suoi piatti preferiti del periodo. Potrebbe non sembrare il massimo, ma cucinare per qualcuno mi fa stare bene. 🍲
Day 21 pubblica una foto che rappresenti il tuo stato danimo attuale

Cosa usi per cucinare? Gas, forno, fornelli, fornelli ad induzione, camino.... ?

Forno, fornelli e camino... ultimamente sto sviluppando il piacere della cottura a vapore, ci vuole più tempo. Però mi viene sempre in mente quando mio nonno lasciava a cuocere la carne con le spezie posizionando un piatto sulla pentola del minestrone che, per tradizione, andava dalle 6-7h a fiamma bassa, fino al rientro dalla campagna nell'ora di pranzo.
Cosa usi per cucinare Gas forno fornelli fornelli ad induzione camino

Mi raccomando femministe non fatevi mancare oggi eh 🤣

Buon otto marzo, carissime amiche! Buon otto marzo a tutte voi donne! 💐
Prima dovevate cucinare e pulire, fare le faccende, badare ai figli, perché questo è quello che "fanno le donne". Poi avete iniziato a studiare e a lavorare, ma non l’avete mai fatto soltanto per voi.
In fondo, oltre alle passioni e alla determinazione, c’è sempre stata un’altra tacita (e aberrante) motivazione: dimostrare che non vi manca niente. Poi avete iniziato a dover essere perfette. Labbra perfette, seno perfetto, gambe perfette, guai ad avere la cellulite, guai ad avere un pelo in qua e in là, le occhiaie, le rughe, i segni d’espressione. Come se per essere rispettate doveste essere perfette!
ll vostro problema principale, da sempre, è che non siete mai state veramente libere.
Se ti spogli sei troppo volgare, se ti copri sei troppo pudica, se dici le parolacce sei una cafona, se non le dici non sei vera, se lavori e togli del tempo ai tuoi figli sei una stronza, se non lavori e ti occupi dei tuoi figli hai una vita di merda.
E non sono solo gli uomini a dirvi come dovreste essere. La cosa tremenda, quella che proprio mi fa rabbrividire, è che ve lo dite anche tra di voi cosa va bene e cosa no, cosa è giusto fare e cosa no.
Siate colibrì, gabbiani, volate in alto, fiere di essere ciò che siete, senza canoni da rispettare, siate donne libere, fiere di esserlo solo perché così è.
Buon otto marzo Sorelline mie ❤️

View more

Sei una ragazza molto bella, molto dolce e molto calda. Mi fai eccitare. Mi sposerai e sarai mia moglie? Vuoi dare alla luce decine di bambini ed essere la loro madre? 💍 🤰 👶

Oh finalmente una proposta seria e fatta come si deve!
Io, i miei due gatti, i 6 figli avuti da 2 precedenti matrimoni, e mia madre che non posso lasciare sola, siamo pronti a partire. Devo solo avvisarti che sono in cura da un eccellente medico per i miei disturbi psicologici, ma niente di grave non temere, ho solo dei gravi episodi di rabbia incontrollabile in cui spacco tutto quello che mi trovo sotto le mani, ma sono sicura che con l'amore delle nostre decine di bambini, più quelli che già ho, sistemeremo tutto.
La mia instabilità purtroppo si rispecchia anche in altri ambiti della vita, ho un disturbo ossessivo compulsivo che mi porta a fare shopping sfrenato ma non di vestiti. Acquisto solo bambole in ceramica con cui riempio la casa e che puntualmente però rompo per via dell'altro mio disturbo. Il dottore dice che ho un bisogno di colmare un vuoto. Forse decine di bambini in più non bastano. Se ne facessimo uno all'anno per anni, quel vuoto potrebbe colmarsi, credo.
Mia madre deve essere accudita lavata, vestita, e portata in giro. Dovrei farlo tu, Lo farei io ma sono sempre fuori ad acquistare bambole.
Non amo cucinare, ma non lavorando (sai i bambini e l'acquisto compulsivo richiedono energia) e spendendo quasi tutti i soldi, andremmo avanti a Sofficini e pizze Margherite
surgelate dell'Eurospin.
Io sono pronta per questa nuova dolce, calda, vita insieme e tu?

View more

Meglio essere single che al ristorante con il telefono in mano

Probabile..ma senti questa: "Meglio essere fidanzati che cucinare per le coppie a San Valentino", giuro devastante. La sera prima per decorare la sala, sul pavimento della mia stanza rintagliavo cuoricini rossi e gonfiavo palloncini mentre ascoltavo le canzoni di Hazbin Hotel.
Meglio essere single che al ristorante con il telefono in mano

Hai avuto già il coraggio di pesarti?

Sto in massa, devo aumentare per forza.
Poi non è che io abbia mangiato chissà cosa sti tre giorni, anzi... A me piace cucinare il giusto, e siccome cucino io, gli avanzi non ci saranno mai.😂

Perché ci sono periodi in cui non ho appetito? Capita anche a voi?

Sai io non ho sempre voglia di mangiare però cerco di mangiare pure le carne di pollo con il contorno di verdure. Poi voglio dirti bisogna sempre cercare di avere appetito perché magari per stress nonne hai voglia. Dillo alla mia amica che spesso non sta neanche bene e non ne ha voglia tanto vive da sola può pure non cucinare per giorni però è meglio che si sforzi

Una cosa che ami del Natale❄️

Ema_killer’s Profile PhotoEmanuela Buono
Preparare il pranzo insieme a mia sorella, cucinare per la famiglia, vedere i regali sotto l'albero colorato.
Mi piace tutto del natale, non c'è niente che mi faccia storcere il naso. È la mia festività preferita, amo questo periodo dell'anno, mi rende felice e inconsapevolmente grata di quello che ho.

Dopo svariati mesi rieccomi quì. La domanda del giorno si basa sulla Costanza. - "La goccia scava la pietra." - Ti reputi una persona costante? (Amplia come vuoi. Ovviamente non è su un concetto specifico perciò libertà di scrittura)

Jim
Dopo svariati mesi - tanti tantissimi mesi - eccomi qui anche io, a ripescare questa meravigliosa domanda.
Mi reputo - con tanta modestia e onestà - una persona un saaaaaacco pigra. Non che ci sia vanto in ciò, ma sono sincera.
Dacché sono piccola non sono mai stata costante in nulla.
Nella dieta.
Nello studio.
Nello sport.
All'università - che chiaramente ho abbandonato, lol.
Alle superiori, per cercare di fare movimento, mi iscrissi nella squadra di pallavolo del mio paese; bhe, dopo due giorni abbandonai tutto. Costanza zero, mi ero stufata nonostante lo trovassi divertente.
Quindi sì, sono totalmente incostante, amo AMO procrastinare.
Al contempo, amo seguire le cose che mi piacciono: leggere, guardare le serie tv, manga, anime — ah, anche cucinare e mangiare li inserirei in questa breve lista.
Ahimè, per uscire fuori dalle righe superficiali dell'interpretazione di questa domanda, sono anche incostante nei rapporti sociali. Questa ammissione sarebbe sicuramente da sussurrare eh, ma quando conosco qualcuno è tra le prime cose che dico: non lo faccio con cattiveria giuro, ma è più forte di me, è dentro la mia persona essere così. Per fortuna, c'è chi lo capisce e mi accetta per come sono, consapevole che nel momento del bisogno sono la prima a correre e a strusciare — per il resto, lasciatemi sopravvivere nella mia pozza.

View more

Dopo svariati mesi rieccomi quì La domanda del giorno si basa sulla Costanza

Che talento possiedi che nessuno sà di te?

Talento. Questa parola sembra volermi stare appresso ultimamente, e torna in circostante variabili, sai, in contesti sempre nuovi ma che di nuovo non hanno poi molto. E ci rifletto sopra, neppure fosse la prima volta..!
Talento. C'è chi associa il talento all'idea di un dono, di un qualcosa che andrebbe coltivato gratuitamente, senza il pensiero di dover poi rendere qualcosa indietro. Un talento, una specializzazione insomma.
Ecco, in tutta onestà io credo di non averne uno specifico, non un qualcosa che mi faccia credere di essere imbattibile in qualcosa. Nel senso: adoro cucinare, mi viene bene, e mi viene bene disegnare, far foto anche sì, so cantare e penso di poter essere decente, so fare i calcoli a mente - all'incirca - me la cavo con gli origami, sono in grado di abbinare decentemente un colore con l'altro, riesco a tirare l'eyeliner senza dovermi correggere con i cotton fioc. Il mio lo faccio. Ma niente di particolarmante impattante credo. Resto tuttavia in grado di essere - anzi, di diventare - me stessa, nonostante tutto.
Ma che vuol dire? Beh, che nonostante il vento cambi, nonostante gli anni passino, riesco a portare di me quanto mi contraddistingue, e credo di riuscire a farlo spesso, in ogni dove, senza il bisogno di camuffarmi o di vendermi al meglio come articoli in saldo al black friday. Potrebbe sembrare esagerato parlare di talento, ma trovo sia quantomeno un super potere: l'essere originali anche dove il mondo ti vuole in bianco, oppure in nero. Ci vuole talento nel portare se stessi ogni giorno, senza dover accettare compromessi scomodi. E si rischia di non venir compresi, uh non sai quanto, ad ogni modo richiede coraggio portare il sè a spasso con la propria faccia, con due occhi grandi che ben poco sono in grado di mentire.
Io vivo con le mie mille persone dentro, e le ascolto come fossero altre, come avessero sembianze proprie. Dunque, forse, il mio talento sta nella consapevolezza. Io questo lo considero un dono.

View more

Che programmi hai oggi?

Tipo pomeriggio da maschio italiano medio: davanti alla tv a vedere lo sport (alla voce "calcio" sostituire con "tennis") e poco altro, visto che non sto ancora molto bene.
Tutto ciò sempre che mio marito non mi avveleni, visto che si è messo in testa di cucinare oggi 👀

3 headcanons about your character 🧠

{ ✺ ━━ le piace molto cucinare, rappresenta una sorta di rimedio allo stress per Ekaterina. Se la cava anche piuttosto bene. Spesso, a causa del tirocinio, si limita a preparare dei pasti veloci e semplici, mentre sfrutta i giorni di riposo per dedicarsi davvero ai fornelli. Preferisce occuparsi di pietanze salate, ma ogni tanto sperimenta anche con i dolci;
✺ ━━ se non avesse avuto l’ambizione di diventare un medico probabilmente avrebbe studiato veterinaria, giacché ama gli animali e prendersi cura dei meno fortunati, testimoni i quattro trovatelli che negli anni ha accolto in casa, l’ultimo recentemente;
✺ ━━ per quanto si definisca una persona lungimirante e decisa, non ha idea di dove vivrà in futuro. È affezionata a Mosca, la città dove è cresciuta, ma non crede sia fatta per lei. In particolare, è indecisa tra Parigi, città in cui si è recata innumerevoli volte per la bisnonna e la migliore amica, Sasha, e San Pietroburgo, di cui si è follemente innamorata quando l’ha visitata anni addietro.

View more

3 headcanons about your character

3 headcanons about your character 🧠

☾ il suo potere di pietrificare la gente con un solo sguardo la rende senz'altro molto forte, ma Layla è anche in grado di sferrare dei cālci senza precedenti, resi ancor più pericolosi dai vertiginosi tacchi che indossa praticamente ogni giorno. Insomma, non conviene farla arrabbiare.
☾ non lo direbbe nessuno, ma in realtà ha sempre mantenuto una media alta; la storia per lei è una vera e propria passione, dunque stare china per ore e ore su grandi e polverosi tomi non è un peso per lei.
☾ è davvero negata in cucina, infatti non ci prova nemmeno: preferisce mangiare fuori o, in alternativa, lascia che sia suo fratello a cucinare. Oltre ad essere un bravo barman, è uno chef sopraffino. Provare per credere.
3 headcanons about your character

Sei bravo/a a cucinare?

È una cosa che ho intrapreso fin da bambina per la mia famiglia, mia madre era spesso fuori a badare a mio nonno vagando da ospedali in ospedali e io già a 8 anni avevo il peso di prendimi cura di mio padre, mio fratello e mia nonna ormai carnefice su un letto incapace di muoversi. Nessuno si è mai lamentato per il mio modo di cucinare inclusa la mia pro zia per la quale sviluppai un grande senso di responsabilità, nei weekend in campagna cucinavo io sia per la mia famiglia che per lei, il suo commento per me era importante in quanto entrambe eravamo delle scontrose dalle capocce dure, dopo una lunga serie di terapia che mi portó a vedere con occhi diversi il cibo, per me cucinare è diventato una terapia da spensieratezza solo all'idea di vedere volti sereni o di avere un sottilissimo contatto con mio padre il quale raramente in modo freddo faceva dei complimenti sia per la portata sia per la cottura, (cura di dettagli che mia madre sottovalutava in quanto presa da altre mille situazioni). Anche se ho intrapreso delle istruzioni diverse casualità vuole che mi sono diplomata in enogastronomia e cucina, attualmente con un contratto lavorativo in ristorazione. Ho sempre tanto da imparare, ma è anche una scelta che ho intrapreso quando ho iniziato il percorso da vegetariana, la ristorazione è un mondo fantastico soprattutto quando regala piccole soddisfazioni. Per farmi riconoscere dietro alla copertina dell'elaborato scrissi: "Questo per ricordare che: nonostante il tremendo periodo che sto vivendo ho frequentato questo brevissimo percorso in cucina senza l'aiuto di un topo, affrontando così tutti quei periodi in cui il ritiro sembrava la soluzione migliore, mi dispiace presidente per la buona impressione ma io non sarò mai matura abbastanza".

View more

Sei bravoa a cucinare

Trovi cringe o ci sta cenare al ristorante da solo? Abito in centro, delle sere torno da lavoro e già so che non ho sbatti di cucinare, per te può essere sensato fermarsi da qualche perte o è cringe cenare soli? Non so perché c’è questo timore di fare roba da soli, anche andare al cinema per dire

secondo me non è assolutamente cringe, anzi! è un modo anche per spezzare la routine e non rimanere relegati in casa.
trovo molto più cringe le occhiatacce che lanciano ogni volta che si vede una persona sola al ristorante o al cinema🌼

Programma per la sera di Natale?

Greta
Aspetto con ansia il 23 dicembre perché finalmente rivedrò il mio fidanzato dopo un mese e mezzo di distanza. La vigilia lavorerò, ma con un po' di organizzazione troverò il tempo di cucinare e preparare il pranzo di Natale insieme a mia sorella.
La sera di Natale ceneremo tutti insieme, non vedo l'ora di mettere in sottofondo le canzoncine natalizie e passare il tempo giocando a qualche gioco da tavolo.

Sai cucinare bene? Se stasera venissi a casa tua, cosa mi prepareresti per cena?🥘🥞🥗🍲🍗

dogtheblog’s Profile PhotoUn cane di nome Stan
Diciamo che, da quando ho cominciato il percorso universitario ed a vivere in autonomia con le mie coinquiline, sono migliorata molto nella cucina. Una teglia di melanzane alla parmigiana o un bel piatto di tagliatelle al ragù fatte a mano che dici, vanno bene?😆

Cosa ti piace fare nel tempo libero?

Ultimamente di tempo libero ne ho poco, di conseguenza lo dedico esclusivamente alle persone che amo - cellulare spento, solo tante conversazioni davanti a del cibo buono o a una birra. O sotto una copertina, visto l'arrivo della nuova stagione.
Quando invece mi prendo momenti liberi da dedicare esclusivamente a me stessa, mi piace guardare documentari sui viaggi: il mio Google maps è ricco di bandierine verdi sparse per il mondo. Per ora mi accontento di viaggiare attraverso le avventure e gli occhi di qualcun altro. Oppure mi siedo comodamente sul divano (perché una poltrona da lettrice non la possiedo ancora) e mi godo completamente un altro tipo di viaggio.
E poi adoro cucinare, ascoltare la musica e ballare lasciandomi completamente coinvolgere dalle emozioni e dai testi musicali. Tanto altro ancora - non mi annoio mai - o quasi.

View more

Cosa ti piace fare nel tempo libero

Secondo te gli americani mangiano male?

dogtheblog’s Profile PhotoUn cane di nome Stan
In America è assente una vera e propria cultura culinaria mentre sono onnipresenti i fast food, di cui l’America è patria, ma questo non vuol dire che il popolo americano mangi male: in molte città godono infatti di un cosmopolitismo tale da avere esperienza di buon cibo ed inoltre sanno cucinare molto bene la carne, tanto che il barbecue è una loro tipicità.
Specifico inoltre che i peggiori fast food, come McDonald’s e Burger King, sono ben più frequenti e pagati da noi italiani piuttosto che dagli americani, i quali possiedono catene di qualità decisamente migliore, sebbene si tratti pur sempre di hamburger e patatine fritte 🌱

Pacco di biscotti preferito?😂

AlessiaSantillan’s Profile PhotoAlessia Rambaldi
Nessuno. Solitamente i dolci non mi piacciono, ma se proprio devo scegliere un tipo di biscotti, preferisco quelli fatti in casa, e anche in quel caso le mie scelte sarebbero alquanto specifiche e ristrette. Vorrei anche dire che mi piace molto di più farli, anziché mangiarli. Cucinare, soprattutto dolci, è una delle cose che mi viene bene e che faccio molte volte non per bisogno fisico di mangiare, ma per passatempo e sperimentazione. Mi piace farlo per gli altri, ed in caso di dolci, al massimo solamente assaggio quello che faccio per poter dare un parere a me stesso a scopo di miglioramento oltre quello degli altri.

Siamo insieme e non riusciamo a cucinare nessuno dei due. Se andiamo avanti con cibi pronti dalla rosticceria, è possibile che cominceremo a stare male?

sicuramente a lungo andare non vi farà bene. non è possibile che non sappiate cucinare nemmeno qualcosa di semplice, come una pasta, un sugo, un'insalata...e via dicendo. te lo dico da persona che odia cucinare e non so farlo tantissimo, ma almeno qualcosa si deve saper fare. cercate di imparare
Liked by: MartiPrinci mrx76

una donna che non sa cucinare può essere considerata inutile

Se tu la pensi così potresti essere anche tu potresti essere considerato come vai dicendo. Per fortuna esistono anche altre qualità. Un giorno conobbi un pilastro della programmazione che, nel raccontarmi i capisaldi della sua infanzia e adolescenza, ammise di non aver mai imparato a cucinare.
E così anche altre donne.
Penso a Katrine Goble (nota sotto il cognome del marito, Johnson).
Penso alla Montessori.
Penso che tu non abbia la minima idea di chi siano e quali contributi abbiano prodotto nei confronti della società.
Una società che, in parte, svaluta il potenziale femminile in determinati ambienti e quello maschile in altri.
Dal modo da te usato per porre la domanda sembra quasi che una donna non valga nulla solo per il fatto di ignorare completamente lo sviluppo di abilità culinarie.
Lasciami dire che è un pensiero alquanto tanardo. Qualcosa che fa trasparire la tua ignoranza nei confronti dei contributi femminili a questa società che se la racconta di continuo senza fare nulla fattivamente.
Potrebbe anche essere indice di una profonda frustrazione che non mi sento in dovere di attutire in alcun modo. In pratica stai cercando la luce in fondo ad un tunnel di terra che continui a scavare imperterrito, senza renderti conto che in realtà è una buca. Una buca da cui non uscirai, di certo non attraverso la denigrazione di un gruppo di persone a cui non ti senti appartenere.
Voi umani avete questo senso di voler appartenere a qualcosa, ad un gruppo, e per farlo qualcuno si convince di dover andare contro ad altri solo perché diversi. Questo fenomeno ha un nome: xenofobia.
Si potrebbe perfino azzardare l'assurda seguente desunzione. Spesso il disprezzo contenuto da frasi, come quella da te detta, viene diretta ad un gruppo di persone di cui si conosce poco e niente. Da qui è possibile pensare che tu non abbia tante amiche, o che non conosci ragazze nuove nel vero senso della parola. E non capendole dai addosso loro come valvola di sfogo, peggiorando il stato.

View more

Mi hanno detto che devo aiutare i bambini che non sanno mangiare

È bellissimo aiutare chi non riesce a mangiare quindi sarebbero bimbi disabili ed è una cosa molto belle. Nei centri diurno dove va la mir amica c'era una donna che non riusciva a mangiare da sola e sai che lei mangia prima degli altri. Poi mi ha detto che c'è pure una ragazza che comunque pare che non riesce più a cucinare però pure la mia amica invalida mi ha detto che secondo lei gli hanno fatto male il liquido che gli hanno fatto l infiltrazioni ma perché dicono che il liquido se fa male non va bene. Poi vorrei dirti che comunque pare pare che comunque mi hfnnl pure raccontato che ci sono persone disabili che pensa ha un ex moglie che vorrebbe i soldi da lui però praticamente lui non lavora e quindi io dico sono entrambi senza lavoro. Tu sei in difficoltà?

Secondo te l'eccessiva sensibilità può essere considerato un difetto, quindi una debolezza oppure un pregio?

UmoreNeroo’s Profile PhotoJane Doe
L'oro è flessibile e duttile, uno dei metalli più malleabili, deve essere lucidato con grande attenzione per non graffiarlo. Le lamine d'oro possono essere lavorate a colpi di martello in fogli sottili: da un singolo grammo si può battere una lamina grande addirittura un metro quadro. Lo puoi usare per gioielli, certo, ma anche per cucinare. La tua, pardon, sua luce può finire nelle persone che hai intorno.
Mi segui? Capisci dove vado a parare? Risistente o fragile, tossico o squisito, conta poco, in sé e di per sé: conta l'uso che ne fai.
Le mazzate che ricevi.
E come lasci che ti modellino.

Come te la cavi in cucina, hai mai sperimentato nuove ricette?

dogtheblog’s Profile PhotoUn cane di nome Stan
In cucina mi diletto con i piatti più semplici, ma devo ammettere che sono una frana per le ricette più complicate e le evito felicemente dato che ogni tentativo sembra poter far esplodere la cucina!
In compenso vivo con mia madre a cui piace molto cucinare ogni cosa, quando ha del tempo libero a disposizione, e quando ciò accade il cielo mi scampi dal colesterolo 🎚

Language: English