#imperatrice

5 people

3 posts

Posts:

https://ask.fm/HumanJudar/answers/173798333246

HumanJudar’s Profile PhotoJudar
‘'Lode al padre, al figlio e allo spirito santo’' che tradotto sarebbe : ‘’lode alla farina, al lievito, all’acqua, all’olio, alla passata di pomodoro, alla mozzarella che assieme creano la pizza – legge universale, nulla si crea, nulla si distrugge ma tutto si trasforma. Legge universale prima che diventassero esistenza palpabile le àncore.
Ah, non che io Illyasviel Chloe Dekomori in quanto Illyasviel Chloe Dekomori sia intelligente ma la regola dell’amico non sbaglia mai e quindi anche la regola del cibo non dovrebbe sottrarsi, se cambiando l’ordine degli addendi la somma non cambia.
In tutto ciò, ho perso il filo del discorso e le povere paperelle che mi stavano ascoltando - fintantoché dinanzi a loro mi gustavo le cosce di pollo del KFC - si dileguarono, trasportate dalla corrente della Vurga. Sbuffai - sono una bambina - e annoiata me ne andai, proprio come quelle paperelle. Da brava cittadina di questo mondo, gettai nell’apposito cestino il casco del fast food, intraprendendo il percorso di questa giornata assai noiosa.
È come se non ci fosse nulla da fare o come se ce ne fosse così tanto da avere l’imbarazzo della scelta.
Popolo di Roma, la vostra imperatrice vi parla : dall’alto del trono di spade, giunti dalla cittadella di Illyasviel, regina della gnagna, rinomata Patong : colorata, speziata, acida... come me! Datemi C I B O e io vi risparmierò.
Sarebbero parole adeguate se ascendessi al cielo stile Gesù Cristo - che poi tutti a dire che Lui è l’unico a camminare sulle acque ma avete mai visto Naruto, razza di barbagianni?! - ma persa nei miei / logici / pensieri, disturbata nella solenne proiezione, mi imbattei in un qualcosa che compresi solo dopo – sapete, ho il pilota automatico quando il mio intelligentissimo cervellino decide di lavorare ( @kakaka2018 capito?!?! HO UN CERVELLO INTELLIGENTISSIMO PERCHÉ SONO L’ÁNCORA DELLA CREAZIONE E CE L’HO IN DOTAZIONE GHGHGHGHG BAKA FRATELLO)
Tornando a noi, al presente, a questa situazione che sapeva di manga shoujo ma io sono lesbica e non finisco mai in un manga yuri *me sad*
Puntai i miei occhi verdi sul tizio che continuava a palpeggiarmi come se fosse alla ricerca del One piece, ma baby, io sono piatta più di una tavola da surf, gioca forte il mio sederino sculettante quando twerko.
«No uccelletto, non mi sono fatta male ghghghghg ce ne vuole prima che questo corpicino senta dolore» gli risposi, sfoggiando il mio bel ghigno. Denti aguzzi, felini; occhi vispi e serpentini che studiavano il piccoletto - manco fossi un watusso io - probabilmente fuggito da jumanji – non mi sorprendo di nulla.
Indifferenza totale la mia, anche nell’accettare la sua mano : siamo donne emancipate, aggiornati. E poi mamma mi ha insegnato che non si accetta niente dagli sconosciuti – a meno che non sia cibo.
«Ah, ma se vuoi farti perdonare puoi offrirmi una birra e una pannocchia arrostita al burro ghghghghghg
O preferisci una sfida di cibo?!?!» ti va una patong solo io e te?!?! *pervyface*

View more

httpsaskfmHumanJudaranswers173798333246

Sporus, IL liberto che divenne imperatrice*:

Dopo la morte della moglie Poppea nel 66 d.C., l'imperatore Nerone ordinò di trovare qualcuno il cui volto somigliasse a quello della moglie, e quello che risultò più simile fu quello del giovane liberto Sporo. Si narra dunque che Nerone abbia ordinato ai suoi chirurghi di castrarlo e di trasformare il liberto in donna. I due si unirono così in matrimonio. Sporo ebbe tutti gli ornamenti propri delle imperatrici e ricevette il titolo di Sabina e accompagnava ufficialmente Nerone durante le visite, come per esempio quella in Grecia.
Ne parla, tra gli altri, lo storico romano Gaio Svetonio Tranquillo nella Vita di Nerone (28,1-2; 29, 1; 46, 1). Il fatto tuttavia parrebbe improbabile, se non caricaturale e diffamatorio, in quanto lo stesso Svetonio non ebbe modo né di conoscere Sporo, né di vivere all'epoca di Nerone, nascendo solo due anni dopo la morte dell'imperatore. Tuttavia il fatto viene riferito anche da altre fonti, come Aurelio Vittore (Epitome de Caesaribus 5, 7) e Cassio Dione (Epitome LXII, 28).
Il matrimonio, secondo Cassio Dione (Epitome LXII, 12-13), sarebbe avvenuto in Grecia e Nerone avrebbe affidato il giovincello alle cure di Calvia Crispinilla, come dama di camera. Secondo vari autori, Nerone avrebbe contratto due "matrimoni" con persone dello stesso sesso. Già in precedenza era "maritato" con un altro liberto di nome Pitagora. Quest'ultimo "sarebbe stato per lui un marito, mentre Sporo sarebbe stato per lui una moglie".
Sporo rimase accanto a Nerone fino all'ultimo giorno, e si tramanda che fu presente anche alla sua morte (Vita di Nerone 48, 1; 49, 3), e, addirittura, secondo Aurelio Vittore (Epitome de Caesaribus 5, 7), sarebbe colui che resse il gladio con cui egli si dava la morte. Un ruolo di rilievo che il suo personaggio compare anche in opere teatrali che descrivono tale evento (ad esempio Martello 1735). Dopo la morte di Nerone e l'ascesa al potere di Galba, il prefetto del Pretorio, Ninfidio Sabino, rapì Sporo, mentre deponeva fiori sulla tomba di Nerone, con l'intenzione di farne il proprio amante, ma Sporo preferì uccidersi poco dopo.
(Alcuni studiosi considerano quella effettuata su Sporo e/o Sporus, in greco antico, come la prima operazione di cambiamento di sesso storicamente descritta)
Trovo tutto ciò tremendamente interessante.

View more

Sporus IL liberto che divenne imperatrice

Language: English