Ask @unlovelySara:

Consigliatemi qualche libro da leggere, se vi va.

Erica G. (Echoes)
Allora! Io adesso sto leggendo “Stagioni Diverse” di Stephen King, e te lo consiglio assolutamente :3
Pooi!
“In Mezzo Scorre Il Fiume” di Norman Maclean
“Il Buio Oltre La Siepe” di Harper Lee
“I Quarantanove Racconti” di Ernest Hemingway
tutta la saga di Hannibal Lecter, scritta da Thomas Harris
“Brokeback Mountain” di Annie Proulx
tutti i racconti di Edgar Allan Poe
“Il Signore delle Mosche” di William Golding
“Alta Fedeltà” di Nick Hornby
“Nelle Terre Estreme” di Jon Krakauer
“Dodici Racconti Raminghi” di Gabriel García Márquez
“Jack Frusciante è uscito dal gruppo” di Enrico Brizzi
“Lolita” di Vladimir Nabukov
“La Morte Paga Doppio” di James M. Cain
“Cime Tempestose” di Emily Brontë
“A Sangue Freddo” di Truman Capote
Bien, mi pare tutto :D

View more

Sono totalmente d'accordo, io amo Leo ma quest'anno l'oscar era da dare a Matthew senza storie (senza citare l'oscar al mio fantastico Jared <3).

Michele D.
Affermativo! Cioè, a me i Thirty Seconds To Mars non piacciono (e spero che adesso non vengano fan random a fustigarmi) però apprezzo molto Jared nelle vesti di attore: non ho visto molti film in cui è comparso, ma mi ha sempre colpito... poi vabbè, io lo adoravo tantissimo in "My So-Called Life", la serie-tv che aveva fatto da giovanissimo e che io ritengo essere uno dei migliori telefilm di sempre, ma questo è un altro discorso :D
La sua performance in "Dallas Buyers Club" comunque è stata talmente perfetta che consegnare la statuetta a qualcun altro sarebbe stato un furto bello e buono... comunque sia, erano ottimi attori anche gli altri candidati (vedi Fassbender e Jonah Hill, che io amo tantissimo :D) :')

View more

Figurati! È sempre un piacere "rivederti", anche io sto usando ask praticamente pochissimo, purtroppo il tempo manca. P.s. Ho visto che hai apprezzato l'interpretazione di McConaughey, io l'ho amata!

Michele D.
Eh, appunto! Tra università, malanni vari e pigrizia l'utilizzo di Ask va a farsi benedire :D
Anche per me risentirti è sempre un piacere, e spero che tu stia bene e che le cose ti vadano alla grande u.u
McConaughey... dai, era un'interpretazione magistrale! Concordo sul fatto che DiCaprio sia un attore spaventosamente bravo e che sia scandaloso che non gli abbiano ancora dato un Oscar, ma bisogna anche rapportarsi all'interpretazione in gara... Voglio dire, con tutto il bene che posso volere a Leo, Christian Bale e al tipo di "12 Years a Slave" (di cui non mi ricordo il nome lol), ma con Matthew non c'era veramente storia!
E sono la prima a dire che Leo 'sto benedetto Oscar se lo meriti da anni (già da quella performance in "Buon Compleanno mr. Grape" che mi lascia sempre di sasso), ma ricordiamoci che un sacco di altra gente in gambissima l'Oscar non l'ha mai visto... io cito sempre Cary Grant: uno degli attori più immensi di sempre, gli hanno dato un Oscar alla Carriera come contentino e pace amen.
Quindi ben venga l'Oscar per DiCaprio ma, se durante la propria carriera non dovesse vincerne manco uno, andrà a fare compagnia a tutti i James Dean, Cary Grant, Dan Aykroyd, River Phoenix, John Belushi, Brad Pitt, Edward Norton, Samuel L. Jackson, Bill Murray, Gary Oldman e taaaanti altri che non hanno bisogno di una statuetta per essere considerati attori con la A maiuscola. :')

View more

#chelibrostaileggendo - parla in breve del libro che stai leggendo adesso, poi rigira la domanda alle persone che segui.

Erica G. (Echoes)
Allora, adesso non sto leggendo nulla (dovrei iniziare “Stagioni Diverse” di Stephen King ma continuo a rimandare, quindi non vale :c), ma spero che parlare dell’ultimo libro che ho letto possa andar bene comunque!
“A Sangue Freddo” (“In Cold Blood”) di Truman Capote è un libro che l’autore cominciò nel 1959 ma che venne pubblicato soltanto nel 1966: le ricerche e la stesura furono così estenuanti e a tratti traumatiche che Capote non riuscì più ad ultimare nessun altro libro in vita sua.
L’autore di “Colazione da Tiffany” (dimenticate assolutamente lo stile di quel libro! Qui siamo agli antipodi :D) rimase colpito da un articolo di giornale in cui si parlava del massacro di una famiglia del Kansas: assieme alla scrittrice nonché carissima amica Harper Lee (autrice dell’altrettanto famoso “To Kill a Mockingbird”, in italiano “Il Buio Oltre la Siepe”) Capote si precipitò subito a raccogliere dati sulla vicenda, arrivando persino ad avere ripetuti colloqui con i due autori della strage, due sbandati che prima del giorno dell'omicidio non avevano mai conosciuto i Clutter (le vittime) e che li avevano fatti fuori in maniera brutale per una misera cinquantina di dollari.
Ne venne fuori un resoconto spietatamente oggettivo di uno degli atti più cruenti della storia americana, e lo scrittore venne spesso condannato dall’opinione pubblica per l’aver rappresentato oggettivamente un omicidio che era tutto fuorché freddo e giustificabile.
Vennero fuori delle polemiche anche perché Capote aveva sviluppato un rapporto piuttosto complice con uno dei due assassini (e questo emerge benissimo nel film “Capote”, per cui l’indimenticabile Philip Seymour Hoffman vinse un Oscar, che consiglio vivamente a tutti), e nello stesso libro colpisce molto la presenza di passi in cui l’autore sembra quasi invitare il lettore a riconoscere che i due carnefici non sono altro che degli esseri umani come noi… come le vittime stesse.
Concludo dicendo che è un libro piuttosto lungo ma che ho letto piuttosto speditamente, soprattutto grazie all’abilità di Capote di alternare analisi oggettive ad intermezzi descrittivi che, a tratti, fanno quasi provare pietà per i due autori del massacro.
“Ero seccato con Dick. Il grand’uomo. Ma non si trattava di Dick. O della paura di venire identificato. Ero disposto a correre quel rischio. E non era per qualcosa che i Clutter avessero fatto. Non mi avevano mai fatto nulla di male. Come certa altra gente. Certa gente che mi ha messo in croce per tutta la vita. Forse è solo che i Clutter erano quelli che la dovevano pagare per tutti.”

View more

Visto che adori i Pearl Jam, non è che mi faresti la Top 5 delle canzoni di "Ten" che preferisci? :))

WAT
NON SO CHI TU SIA MA SEI FOLLE
FACEVI PRIMA A CHIEDERMI DI STRAPPARMI IL CUORE A MANI NUDE
1) Garden
Nessun dubbio nel piazzare questa per prima... mi emoziona sempre,e rivedo molto di me tra i versi.
“I don't question our existence,I just question our modern needs”
www.youtube.com/watch?v=vpzt-eCpp5k
2) Release
Eddie la scrisse pensando al proprio padre... Ogni volta ascoltarla è un'esperienza mistica,e credo che per Vedder stesso questo brano rappresenti una catarsi.
“Oh,dear dad, can you see me now? I am myself,like you somehow/I'll wait up in the dark for you to speak to me/I'll open up,release me”
www.youtube.com/watch?v=iPUwtyZglQI
3) Jeremy
Video sublime (che all'epoca subì censure del cazzo,ma non partirò con le mie invettive su MTV MERDA),ma come non posso citare l'operato del mio amato Jeff Ament? Girettino di basso da nulla,eh! Bravo,dolcezza ♥ poi Eddie ci mise il resto,ovvero lyrics su un tipo suicida di fronte ai compagni di classe e quel suo modo splendidamente devastato d'interpretarle,ma diamo a Cesare,pardon!,Jeff quel che è di Jeff.
“Daddy didn't give attention to the fact that mommy didn't care/King Jeremy the wicked ruled his world”
www.youtube.com/watch?v=MS91knuzoOA
Unplugged: www.youtube.com/watch?v=SNdY49ZDMsk
4) Oceans
Evitando commenti sul video (MY HORMONES),direi che Oceans è semplicemente meravigliosa: innanzitutto LE PERCUSSIONI,ECCO. KRUSEN, TI AMO. E poi Eddie... vabbè,che ve lo dico a fare? Beata la Liebling,che può andare in giro a tirarsela di avere una canzone così dedicata a lei! (vabbè che anche la McCormick può vantarsi di essere stata la musa ispiratrice per "Just Breathe"...)
“Hold tight the ring,the sea will rise... Please,stand by the shore... I will be... I will be there once more…”
www.youtube.com/watch?v=4WOk7UNAvOw
5) Deep
GUITAR. VOICE. TESTO.
“To the street below he just ain't nothin',but he's got a great view and he sinks the needle deep”
www.youtube.com/watch?v=moGF512_csU
Black
Una delle canzoni più disperate e stupende di sempre. (segnalo la versione dell'Unplugged per i cori da brividi di Jeff e Stone)
“I know someday you'll have a beautiful life,I know you'll be a star in somebody else's sky,but why,why,why can't it be,can't it be mine?”
www.youtube.com/watch?v=cs-XZ_dN4Hc
Unplugged: www.youtube.com/watch?v=5ChbxMVgGV4
Porch
Sfido chiunque a non esaltarsi. (quella dell'Unplugged merita per la batteria di Abbruzzese,l'infinita parte strumentale e lo show comico di Eddie e Jeff durante la suddetta)
“Would you hit me?”
www.youtube.com/watch?v=EXtAm7QbwMc
Unplugged: www.youtube.com/watch?v=Js2wgSCywXs
Alive
UNO DEI MIGLIORI ASSOLO DI SEMPRE (anche nell'Unplugged). MCCREADY IS GOD (AND VEDDER TOO). Fabolous riff made in Gossard. Testo pazzesco.
“Is something wrong? she said/Well,of course there is/You're still alive,she said/Oh,and do I deserve to be? Is that the question? And if so,who answers?”
www.youtube.com/watch?v=qM0zINtulhM
Unplugged: www.youtube.com/watch?v=VpHIuvltRnM

View more

"Solo a me non..?" Continuate questa frase con tutte quelle cose che fanno impazzire tutti tranne voi. Alcuni miei esempi: solo a me non piacciono i macarons? Solo a me non piace Hunger Games? Solo a me non piace Rihanna? ;)

Meg
Solo a me non piacciono i Thirty Seconds to Mars?
Solo a me non piace Benedict Cumberbatch?
Solo a me non piacciono i Green Day?
Solo a me non piace Sherlock?
Solo a me non piacciono gli Arctic Monkeys?
Solo a me non interessa la saga di Harry Potter?
Solo a me non verrebbe mai in mente di dare il voto al Movimento Cinque Stelle?
Solo a me non importa un cazzo di "Uomini e Donne"?
Solo a me sembra che l'Oscar a Matthew McConaughey sia meritato?
Solo a me non piace la saga di "The Hunger Games"?
e poi non mi viene più in mente nulla, UGH

View more

Domanda a chi seguo: c'è stato un libro che hai dovuto leggere per obbligo (tipo per scuola o così) ma che alla fine si è rivelato bello? Se sì, quale?

“In Sicilia non importa far male o far bene: il peccato che noi Siciliani non perdoniamo mai è semplicemente quello di ‘fare’. Siamo vecchi, Chevalley, vecchissimi. Sono venticinque secoli almeno che portiamo sulle spalle il peso di magnifiche civiltà eterogenee, tutte venute da fuori già complete e perfezionate, nessuna germogliata da noi stessi, nessuna a cui abbiamo dato il ‘la’; noi siamo dei bianchi quanto lo è lei, Chevalley, e quanto la regina d’Inghilterra; eppure da duemila cinquecento anni siamo colonia. Non lo dico per lagnarmi: è in gran parte colpa nostra; ma siamo stanchi e svuotati lo stesso.”
"Il Gattopardo" di Giuseppe Tomasi di Lampedusa: l'ho letto per il corso di Letterature Comparate che ho seguito durante lo scorso semestre universitario e devo dire che ha praticamente sconvolto le mie aspettative.
Anni e anni di pregiudizi, idee sulla sua sua presunta pesantezza che si sono sbriciolati man mano che voltavo pagina... l'ho trovato terribilmente rivelatore e azzeccato anche rispetto alla situazione odierna dell'Italia: ci sono il disincanto, la malinconia, il rimpianto e tutta quella bellezza particolare che solo le cose in decadenza sanno avere.
Lo consiglio a tutti, è veramente un capolavoro.

View more

Crea la tua band. Scegli il cantante, batterista, bassista e chitarrista. Puoi scegliere fino ad un massimo di due per quanto riguarda il cantante, il bassista ed il chitarrista. Ho voglia di conoscere un po' i gusti delle persone che seguo su ask AHAH Ciao :)

ARGH
questo è il classico tipo di domanda che mi uccide, dai ç_ç
Cantante: ne sceglierei tantissimi (vedi Frusciante, Cornell, Buckley, Vedder, Lanegan, Michael...) ma mi piacerebbe tantissimo avere a disposizione il duo Layne Staley/Shannon Hoon... penso che insieme avrebbero fatto faville, le loro voci insieme risulterebbero essere ancor più meravigliose.
Batterista: sono indecisissima tra Jimmy Chamberlin e Jeff Porcaro, due batteristi che adoro alla follia.
Bassista: ardua scelta, ma penso che alla fine opterò per l'intramontabile John Entwistle.
Chitarrista: ne esigo assolutamente due! Vada per Clapton e McCready (e mi cospargo il capo di cenere pensando a tutti quelli che ho escluso u.u)

View more

Mi sento in vena di letteratura: stai leggendo un libro al momento? Se sì, di cosa parla? Ti sta piacendo? :3

Attualmente sto leggendo un libro su Fernand Léger e il Cubismo, scritto dal mio docente di Storia dell'Arte Contemporanea, e non è proprio il massimo del divertimento (anche perché mercoledì ho l'esame UGH)
L'ultimo libro che ho letto, però, è stato "Red Dragon" di Thomas Harris, il primo della saga di Hannibal Lecter: bellissimo, mi son piaciute da pazzi l'introspezione e la descrizione dei disagi psichici senza fronzoli... non vedo l'ora di avere un po' di tempo per poter leggere gli altri volumi della saga.

View more

Next