@zvguelte686

rainbow

Ask @zvguelte686

Sort by:

LatestTop

People you may like

GlobalWarming99’s Profile Photo Rosy✝
also likes
andreavicini99’s Profile Photo Yuma
also likes
Flamado’s Profile Photo 切腹
also likes
MattiaTamZanardi’s Profile Photo Mattia
also likes
sceglisempreme’s Profile Photo マリィ
also likes
SebastianGuarin14’s Profile Photo Sebastian Jusic
also likes
ValentinaZaccagnino’s Profile Photo bloody.rose_
also likes
jordanchiaro99’s Profile Photo MR JOBRO
also likes
Karincamerotto’s Profile Photo Karin
also likes
YleniaPerna691’s Profile Photo ylenia2wenty1ne
also likes
S_Manuel_01’s Profile Photo S_manuel
also likes
FaizIman163’s Profile Photo Zighy
also likes
gla_16_’s Profile Photo Princess
also likes
VickySilve97’s Profile Photo Vicky Silve
also likes
Want to make more friends? Try this: Tell us what you like and find people with the same interests. Try this: + add more interests + add your interests

Ho mangiato un seme di saggezza

Uh bello.
Io una volta ho mangiato una ciliegia col nocciolo e siccome la nanny disse che mi sarebbe cresciuto un albero nello stomaco, per mesi, davanti allo specchio e dopo aver lavato i denti, controllai se tra le tonsille stesse iniziando ad apparire qualche foglia.
Ma niente.
Spero che nel tuo caso invece germogli.
Il mondo ne ha bisogno (:

Potresti non essere perfetta, ma la tua stranezza coincide con la mia, e questo è abbastanza vicino.😊

achielle’s Profile PhotoOζeώ
- Si ma non basta.
Hai mai conosciuto persona che fosse molte cose in una, le portasse con sé, che ogni suo gesto, ogni pensiero che tu fai di lei racchiudesse infinite cose della tua terra e del tuo cielo, e parole, ricordi, giorni andati che non saprai mai, giorni futuri, certezze, e un'altra terra e un altro cielo che non ti è dato possedere?
[...]
- Ciascuno ha il sonno che gli tocca, Endimione. E il tuo sonno è infinito di voci e di grida, e di terra, di cielo, di giorni.
Dormilo con coraggio.
(Dialoghi con Leucò)
C'est la vie :(:

Ho ascoltato tutta la notte la stessa canzone, in loop. Che problemi psicologici mi affliggono?

CiroCalce’s Profile PhotoAbortoALungoTermine
Ah no, nessun problema.
È che al cervello piace ricordare e i ricordi che certe combinazioni di note o parole suscitano, creano una specie di incanto da cui è difficile staccarsi. Un po' come la preda con il sonaglio nella coda del serpente.
L'importante però è fuggire prima che morda :)
Comunque capita un po' a tutti.
Sia di ascoltare canzoni in loop che di impigliarsi nelle emozioni provate cercando di riviverle infinite volte. Hai presente i crononauti?
"Niente dedica romantica per tuoi rimpianti
Leggi della crononautica per cuori infranti
Ciao torno a guardare la fotografia
Dove ti bacio col cielo in agguato
Viaggio all'indietro e tu ritorni mia
Poi riavvolgo soli e lune e ritorno da capo".
(da Storie d'amore con pioggia e altri racconti di rovesci e temporali)
https://m.youtube.com/watch?v=IVt8Vufo_c8zvguelte686’s Video 168889796144 IVt8Vufo_c8zvguelte686’s Video 168889796144 IVt8Vufo_c8

View more

zvguelte686’s Video 168889796144 IVt8Vufo_c8zvguelte686’s Video 168889796144 IVt8Vufo_c8

Non scegliere una persona per il suo fisico o per i soldi. Scegli quella persona che quando stai male guarisca le tue ferite, quella che si preoccupa di come stai, quella che ti accompagnerà nei tuoi momenti di difficoltà. Quella che se stai male starà male con te e se stai bene sarà felice con te

... con un massimale alto e nessuna franchigia.
Firmato: il tuo affezionato assicuratore - ramo vita, infortuni/malattia.
(io avrei nominato anche i benefici fiscali della polizza, perché l'accenno al portafoglio rende più catchy qualsiasi tipo di comunicazione commerciale).
A parte ciò e gli scherzi, io non sono molto d'accordo sulle relazioni basate sulla perfetta identità di punti di vista e/o modi di essere. Sia in amicizia che sentimentali.
La "comprensione" totale, nell'immediato può anche dare quel familiare senso di essere a casa, ma col tempo rischia di produrre rapporti di simbiosi troppo esclusivi e quindi sterili. Le esatte sovrapposizioni di azioni, reazioni, visioni che escludono tutto ciò e chiunque sia differente, sono un perimetro, nel senso di un limite che non consente di uscire, e crescere, maturare, evolvere, né verso l'interno né verso l'esterno.
Invece credo che la preziosità di un legame stia nella diversità, perché genera un confronto
Ad esempio i complementari, quelli che pur mantenendo una propria personale individualità e peculiarità, si incastrano quando si accostano.
Anche se, personalmente, non ho una gran simpatia per la metafora dell'esatta metà della mela.
O meglio, lo spicchio che preferisco è quello a cui manca qualche pezzo, perché è oggettivamente più realistico. Nel senso che se un minimo di vita vera l'hai vissuta, è abbastanza probabile che un morsino qui e uno lì te l'abbia dato, ecco.
Ma proprio quegli spazi vuoti, quella mancanza di una totale aderenza nei punti di contatto, ci dà la possibilità di (re)agire e sviluppare un po' di noi che prima non c'era, magari pure discutendo o scontrandosi e anche senza dover raggiungere per forza la stessa conclusione. In fondo se fossimo tutti omologati e fotocopie di una stessa matrice, non ci sarebbe stata evoluzione.
Credo che anche i dinosauri, col senno di poi, avrebbero voluto essere almeno un po' diversi.
E poi, gli spazi e le giuste distanze sono vitali.
Chiedilo agli alberi.

View more

Omnia mea mecum porto

achielle’s Profile PhotoOζeώ
Sottotitolo: la ricetta della serenità.
Bella, vera, niente affatto semplice però.
Ancor di più se mi consenti di meshappare un po' aggiungendo un ulteriore step:
Da operam ne quid umquam invitus facias.
Fai in modo di non fare mai nulla contro voglia.
A me dà già un senso di pace solo a leggerla.
Ed è nel complesso un modo di pensare che ancora prima di incontrarlo traducendo, ho sempre istintivamente sentito molto vicino.
Metterla in pratica tuttavia, credo non sia per tutti.
Perché oggettivamente raggiungere una tale consapevolezza di sé e dell'intorno, richiede tempo, apertura, un gran lavoro interiore. Oppure, appunto, una innata connessione con un simile atteggiamento nei confronti di ciò che sei, e di chi e cosa ti circonda e accade.
Ancor di più perché a ben vedere contiene un paradosso: possedere tutto senza portare con sé nulla, fare il non gradito ma farlo di buon grado; e si sa che per comprendere un paradosso è necessario andare oltre l'apparente contraddizione dell'affermazione.
Solo che in tempi in cui tanto, molto, troppo, tutto (?), si basa sull'apparenza, sul confronto e sull'accaparramento di "cose", potresti anche mettertici a ragionare, eppure non arrivare mai a farla veramente tua e applicarla in un vissuto in cui non è il contorno che fa la vita.
Ma magari essere sereno lo stesso, maybe.
Detto ciò, e restando in tema di ricette, a ognuno i propri ingredienti, in fondo ciascuno di noi è chef di se stesso 😅.
Vale! 🍀

View more

Un mio amico mi ha chiesto di fare delle domande qui su Ask, perché sono psicologo. Sono rimasto sbalordito. Solo un paio di persone sembrano normali. La maggior parte sembrano dementi e pervertiti. Adesso mi preoccupo della gente che ho intorno.

Chi lo sa, potresti avere ragione come no.
Definire la normalità senza cadere in luoghi comuni o in contraddizioni non è cosa così semplice. Forse.
Però con questa premessa, sarebbe stato interessante sapere quali domande avresti posto.
Curiosità mia :)

Ho chiuso con la mia ex ragazza perché lei spariva per giorni e nonostante stessi male faceva finta di nulla. Aveva anche un esame di mezzo ok, però ha fatto finta di nulla. Ragione per cui lo insultata malamente accecato dalla rabbia. Come faccio a controllare la rabbia? E non dire cose a caso?

So che non si risponde ad una domanda con un'altra domanda, ma concedimi un'eccezione:
adesso che hai chiuso con lei ti senti meglio? Era veramente il suo comportamento a farti imbestialire?
Te lo chiedo perché è un errore che facciamo un po' tutti, chi più spesso chi meno, e cioè scaricare sugli altri un peso emotivo che non riusciamo a gestire, perché ribaltare una situazione è più facile che affrontarla per come realmente è.
Così come mettere in discussione il comportamento altrui anziché il nostro.
Sembrerà aria fritta, (e in effetti non essendo il mio campo non posso certo offrirti una portata da chef), però tra i tanti piccoli trucchi che vengono suggeriti per gestire ed elaborare gli attacchi di rabbia, c'è proprio quello di esperimerla, e di esprimersi, iniziando qualsiasi argomentazione con "io" e l'effetto piuttosto che con "tu/voi" e la causa.
Che poi magari la tua rabbia ha un fondamento giustificato, mica dico di no. Però, sia per spiegarlo a chi ne è l'origine, sia per spiegarlo a te stesso, credo che partire da "te" sia un buon approccio, forse migliore che assalire verbalmente chi hai intorno.
Purtroppo la parte difficile di questo trucco sta nel metterlo in pratica nel momento in cui la pressione satura così tanto da innescare l'esplosione, e su questo non ho le competenze per dir molto.
Però se vuoi ti posso spiegare come costruire il barattolo della calma, o come usare il cestino della rabbia.
Che sono cose da bimbi si sa, ma hai visto mai.

View more

Come stanno passando queste giornate? Cosa stai sognando? 🙂

spidermax2’s Profile PhotoSpidermax2
Ciao Max :)☀️
Hai presente campo minato?
Avanzo con prudenza facendo attenzione a non mettere il piede su un imprevisto o una calamità.
O meglio, diciamo che cerco di non saltare in aria e intanto tampono. Pure le perdite d'acqua 🙄.
In pratica faccio come gli opossum: mi fingo morta sperando che la suerte (mala) se ne stia e passi avanti.
Quanto ai sogni, il mio prossimo obiettivo è arrivare al 1° dicembre.
Per iniziare ad aprire le finestrelle del calendario dell'avvento.
Volo radente, piccole gioie.
Peace and love :)
Come stanno passando queste giornate
Cosa stai sognando

+ 2 💬 messages

read all

Scrivi la poesia più bella che tu abbia mai letto

Biscottone’s Profile PhotoRiccardo
Ciao Riccardo, ben ritrovato :)🌸
Scegliere la più bella è praticamente impossibile.
Però ti propongo questa, che non è stranota ed è un po' un passepartout: a me ha dato ispirazione e buone vibrazioni in varie situazioni.
"Allora senti,
ci sarà un lupo
e sarà bianco.
Tu sarai bendata
e gli starai in groppa,
in piedi.
Correrete insieme,
slacciàti dalla ragione,
legittimi alla velocità dell'aria.
Non ci sarà bisogno di fidarsi,
avrà fiuto e tu equilibrio.
Dovrai tener caldo alle parole,
tenerle in un orto sotto la camicia
a stretto contatto con la pelle.
Bruceranno e graffieranno.
Lasciati bruciare.
Passerete dalle città,
non levarti mai la benda
anche quando sentirai chiamare,
lusingare, invocare: resta dritta,
in piedi in groppa al lupo.
La memoria è una fabbrica
che non smette mai,
fa i turni di notte e non ha festivi.
Il lupo slaccerà i ricordi
uno per uno,
ne farà fiocchi di neve.
Il vuoto sarà vasto
e alto e profondo,
lo chiamerai carezza.
Allora senti.
Da Fatti Vivo, Chadra Livia Candiani.
Lucy Campbell artwork

View more

Scrivi la poesia più bella che tu abbia mai letto

+ 2 💬 messages

read all

Buongiorno. 🌝 Oggi domanda un po' particolare, nata da delle riflessioni in doccia: se tu avessi a disposizione una lampadina, visibile solo a te, che si illumina ogni volta che stai facendo un'azione per l'ultima volta, la useresti?

Likeacaso123’s Profile PhotoREĐ
Ciao Red 🍒
No, che brutto dai, penso che mi tapperei gli occhi piuttosto che vedere quella luce.
Ma perché sciuperebbe tutto, sia nel male che nel bene.
Cioè, immagina di fare per l'ultima volta un compito "pesante" e che non sopporti. Sapere all'istante che non ti ci ritroverai più leverebbe il senso di crescente leggerezza che invece avresti quando, passando i giorni e constatando che non si sta ripresentando, matureresti la consapevolezza che "è passato". Così come la sofferenza cresce piano piano, anche il sollievo secondo me deve arrivare per gradi, se no non viene apprezzato e goduto pienamente.
Riguardo a una cosa oggettivamente "bella" servono ancora meno parole per dirti che mai userei la lampadina: sapere che non capiterà più, levare la possibilità di un "nuovamente" e mettere la parola "fine" sciuperebbe la gioia del momento, velandola di nostalgia o rimpianti troppo presto rispetto allo scorrere del tempo e lasciando un retrogusto amaro a un dolce piacere.
Sarà che su tante cose sono (a tratti anche irrazionalmente) possibilista, però chi può dire "basta" al posto mio quando invece mi va di immaginare un "ancòra"?
Perché ragionandoci, il fatto che quella luce si accenda fa supporre che il nostro tempo sia già determinato, che le azioni e le persone della nostra vita siano meri attori di un copione già scritto, con tempi di entrata e uscita di scena già decisi. E io la vita non la percepisco così.
E poi chi accenderebbe quella lampadina?
Per un attimo questa situazione mi ha ricordato "Dio esiste e vive a Bruxelles", lo hai visto?
Un po' differente come situazione, ma mi ha suscitato la stessa sensazione di amarezza. Un sms che ti dice il tuo tempo residuo in quel caso, una lampadina che ti annuncia il "game over" della tua quotidianità in questo. Che tra l'altro poi presupporrebbe anche un regista supremo, impassibile davanti a una pulsantiera a dar corrente a ciascuna lampadina :((
No no, a me sembrerebbe tristissimo, disattivo e vado avanti.

View more

Buonasera terza domanda di oggi. Si lo so rompo le palle ma purtroppo è così. Siete voi le persone più intelligenti che conoscete? Se non lo siete, chi è la persona più intelligente che conoscete?

recensoreseriale94’s Profile Photorecensoreseriale
Ciao Rec, è difficile risponderti perché per misurare l'intelligenza, così come qualsiasi grandezza, bisognerebbe poterla definire in modo oggettivo. Altrimenti trovare un'unità di misura e quindi un valore numerico, sarebbe poco preciso e aleatorio.
In più, dovresti riconoscere quel risultato come valido. E poi, pure riconoscertici.
E a me non riesce così semplice.
Ovviamente so che un metodo "scientifico" esiste e sono stata valutata con esso, tuttavia mi trova diffidente. In tutta sincerità credo che il mio punteggio di Q.I. da un lato mi sopravvaluti, e da un altro non mi renda giustizia.
Perché sì, la capacità di imparare è giustamente alla base di qualsiasi forma di intelligenza, accompagnata da una buona dose di manualità, logica, nozioni ed elasticità. Ma quello che parer mio fa la differenza è il "guizzo", lo spunto creativo, la vivacità dell'elaborazione, che è qualcosa oltre l'intuizione o la velocità delle sinapsi.
Per cui, siccome questo è il "mio" tipo di intelligenza, e non sempre mi capita di incontrarla, fino a quel momento potrei dirti di sentirmi la persona più intelligente, non avendo appunto termini di paragone. Tuttavia, quando invece succede, mi stupisce talmente tanto la genialità di chi possiede l'intelligenza vivace, che invitabilmente ne resto rapita e sinceramente ammirata e spesso riconosco quella persona come più "guizzante" di me.
(A conferma che il mio Q.I. mente, perdonami, mi sono un po' incartata nella spiegazione 😅).

View more

Which would you consider to be the most difficult parts of your character to maintain?

Hi Shaireen, luckily not many, generally I'm pretty balanced.
Maybe because some traits are so deeply rooted that nothing from outside can prevent me from being exactly that way.
On the contrary I have managed to master others, and now I feel more confident about my patience, self control, impulsiveness.
Yet, as to timeliness I'm hopeless.
I always end up to do my assignments at the very last minute, and although I do them on time, I can't help wondering why I'm so unable to get proper concentration untill the deadline is approaching, meh 😕.

Cosa cambiereste/vorreste aggiungere o rimuovere su Ask? Per quale motivo?

GuadagnareLike000’s Profile Photo۝⃟༻卂⃟ㄥ⃟卂⃟丂⃟ㄒ⃟卂⃟丨⃟尺༺⃟۝
Uh Ala, bentornato :)🌸
Non saprei sai? Ogni tanto sblocco gli shout-out, ma immediatamente li ri-blocco prima di arrivare a chiedermi perché, se no finisce che disattivo 🙄.
Però forse una sezione "fantascienza" non ci starebbe male.
Premetto che magari sono io che vivo troppo in un mondo tutto mio e forse mi sono persa una fase dell'evoluzione umana, ma tra le tante domande surreali che circolano da quelle parti, mi è capitato di leggere di uno che annuncia di avere la cappell@ rotante. E ho pensato: ubi major minor cessat. Non ti pare che uno così sia su un altro livello? Secondo me risulterebbe incompreso in una platea di utenti comuni. Non valorizzato ecco.
Che poi metti che da incompetente mi vengano dei dubbi, e faccia domande irriverenti quali: ma piatta e rotante come un disco volante, o che si apre a raggiera come la giostra coi seggiolini legati alle catene, oppure rotante ma al tempo stesso sussultante tipo il tagadà?
Per cui mi associo a Nietzsche e propongo:
le cose grandi ai grandi,
gli abissi ai profondi,
le finezze ai sottili,
le rarità ai rari.
E la sezione fantascienza a chi è oltre la scienza.

View more

+ 2 💬 messages

read all

Buonsalve oggi una domanda non domanda. Siccome non so che chiedere piuttosto che fare domande banali tipo cosa farete stasera oppure vi travestite o no, vi chiedo questo. Lasciate un vostro messaggio a me ed a chi leggerà.

recensoreseriale94’s Profile Photorecensoreseriale
Dovremmo imparare dalla primavera
[il rispetto dei tempi]
La sua capacità
di
[non forzare]
di
[non mettere fretta]
Quel suo silenzioso
[rimanere in attesa]
che ognuno fiorisca
[a modo suo]
Ero indecisa se svarionare o essere seria. Ma festina lente ce l'ho scolpito inside, pur essendo stata due anni avanti. So ...
#performerscanrelate.
Buonsalve oggi una domanda non domanda 
Siccome non so che chiedere piuttosto

+ 1 💬 message

read all

Next

Language: English