Owi @OlgaMakotoKino
Owi @OlgaMakotoKino
Italia
-Non c'è nulla di più degradante della falsità celata dietro amabili sorrisi- --------------------------------------------------------- Mii-saa-kiii~http://ask.fm/GiuseppinaDafneCaputo
Eeeeeehi sexy laady (??)
RSS Answers
Qual è la tua frase preferita per rimorchiare? L'hai mai usata con qualcuno?
Semplicemente ammicco e non faccio nulla. Ahahahah
Tranquilla, basta che te lo ricordi XD fai con calma e senza impegni, d'altronde è una cosa per divertirsi questa sissì
^_^
Domanda imbarazzante :3 racconta dell'ultima volta in cui ti scappava la pipì e hai temuto di non farcela
Mh...Alla fine non è tanto imbarazzante. Sono cose che capitano, però non me la sono fatta addosso... Tuttavia mi capitò quando andai a fare una ecografia e non volendo usare il bagno del centro analisi dovetti trattenerla fino a quando non raggiunsi finalmente casa per liberarmi. E' stato un sollievo xD
Cosa o chi ti da la forza di alzarti dal letto ogni mattina?
Di solito la motivazione oppure perché non riesco più a dormire o mia madre xD
E la storia si fece più interessante, sissì^w^ prossimo indizio: elmo
//Scusami se non ho continuato più la storia...prima o poi lo farò ><
Qual è il tuo personaggio immaginario preferito?
Ora ha scritto personaggio... XD Metto questa perché ci sta tutto ciò che amo dentro <3
Qual è il tuo personaggio immaginario preferito?
1 person likes this
Quali attività o hobby ti fanno perdere la cognizione del tempo?
Il cosplay
Qual è stato il tuo primo concerto? Non importa quanto imbarazzante sia, dillo comunque.
Non ricordo se quello dei Tokio Hotel oppure quello di Tiziano Ferro. Ma in ogni caso.... UNICI
Qual è la tua definizione di felicità?
Aver realizzato almeno una delle cose più importanti della vita con successo, seppur con fatica e non avere pensieri e neppure rimpianti. Essere in pace con sè stessi.
Va bene va bene, fai pure un pony c: *regala biscottini al cioccolato per lo sforzo* ti piacciono vero?
Il ragazzo, dopo aver mangiato a sufficienza, decise di riposare un po' prima di poter proseguire il viaggio.
Tutto intorno a lui sembrava abbastanza vantaggioso per potergli permettere di riposare tranquillamente senza alcun problema, ma a quanto pare non era così.
Il fuoco si era spento durante il corso delle ore e calando il sole al tramonto, il giovane non si era accorto che in quel modo si rendeva solo più esposto ai problemi circostanti della foresta.
Si sentivano strani rumori, ma essendo abbastanza stanco e con lo stomaco pieno, non si accorse di nulla fin quando non si sentì qualcosa urtare contro il suo viso e poi..leccare.
Quando aprì gli occhi, li sgranò piuttosto sorpreso di quella visione.
Che stesse dormendo ancora?
Eppure.. Ce ne erano tre intorno a lui ed avevano un corno posto sulla testa e delle ali. Erano una specie di cavalli, ma più piccoli, come pony. Ed istintivamente si allontanò, approfittando dei raggi lunari per vederci chiaro.
Cosa siete?!?!
Ma ovviamente non potevano rispondergli, però uno di loro si fece avanti urtando contro la sua spalla come per costringerlo ad alzarsi.
Eh?! Dove volete portarmi?
I pony lo fecero alzare e così il giovane prese subito la sua roba andando in groppa ad uno di questi stranissimi cavalli, che lo condussero per la foresta. Chissà dove...
Pubblica una foto del tuo paesaggio preferito!
Non c'è neppure bisogno di chiederlo..
Anche se amo anche altri personaggi, lui sarà sempre il mio massimo. çwç
Lo amo troppo e non ci posso fare niente. Pochissime persone lo apprezzano e lo hanno compreso per com'è davvero.
Avevo tante fanart, ma alla fine ho scelto questa xD
Pubblica una foto del tuo paesaggio preferito!
C'è qualcosa che oggi puoi fare, ma che un anno fa non avresti potuto fare? Che cosa?
Camminare a piedi per il Paese ahahah
Puoi vederlo come un... pony super affamato che ruba il pasto al ragazzo volpe(?) Oppure come uno spirito vendicativo che cerca per l'appunto vendetta in modi che ti lascio immaginare \°O°/ Ti va bene questo essere come indizio o ne propongo un altro? XD
Mh... non saprei. Se va bene un pony diverso dall'immagine si.. °^° Posso provarci.. :>
Qual è il tuo primo pensiero quando ti svegli la mattina?
"Posta..."
Ahahahhahahaha xD
Se non avessi già pranzato adesso mi verrebbe fame :Q_ Vedi di cucinare qualcosa di buono volpe! Oppure incorrerai nelle ire di un https://derpicdn.net/img/2012/6/18/7777/full.jpg ahahahahahaha eggià, il prossimo indizio è una cosa del genere.
//Noooooo ma cos'è ahahahhahhaha xD
Son rimasto sorpreso anche io dalla sua reazione sissì. Bhe vediamo come prosegue se io dico... libro di cucina!
Il giovane si trovò ad essere solo in quel bosco, ancora una volta, ma nella situazione attuale era ancora più confuso di prima. Quel viaggio non gli stava portando delle risposte, ma solo domande a cui non trovava soluzione.
*Brrr*
Si sentì il suo stomaco brontolare, ricordandogli di aver solo bevuto una brodaglia informe dal sapore cattivo senza aver messo decisamente qualcosa sotto i denti.
Guardandosi intorno aveva tante cose ed il fuoco era ancora acceso, seppur fosse pomeriggio inoltrato, ormai.
La gamba non gli doleva più e così potè allungarsi per prendere lo zaino al suo fianco. All'interno sperò di trovare le mele che aveva conservato in precedenza, ma vi trovò solo spezie e un pezzo di carne con un libro di cucina.
Alzò una sopracciglia piuttosto scettico.
Quel mago...
Sospirò per poi aprirlo ed iniziare a leggerlo. Probabilmente desiderava cucinasse qualcosa di preciso con quegli ingredienti. E così fece...
Ma... ahahahahah intermezzo comico questa volta :"""D Ok adesso è il turno di un... un re! Si, adesso ci vuole un re u,u o una regina, a tua scelta il sesso del sovrano.
// Ahahahah xD Ok!
Il giovane sentiva che stava per rigettare quell'intruglio, ma il rosso gli diede delle pacche sulla spalla che lo fecero tossire.
"Daaai che era ottimo!"
Hm... Sicuro!
Si riprese, ma dopo un po' sentì che la gamba non faceva più dolore e ne era sorpreso.
"So che sei il figlio del re."
Cosa...? Io sono un semplice taglialegna... Mi sono incamminato perché così è stato chiesto da mio padre.
"Di certo non è il tuo vero padre."
Non riesco a comprendere le tue parole!
"Nulla. Lascia perdere... Capirai in seguito, probabilmente."
Si alzò sorridendogli per poi porgergli una mano.
"Se dovesse capitare di sfilare quell'amuleto, tu ritornerai volpe. Potrai gestirlo come più desideri in modo da non correre rischi. Io devo proseguire il viaggio e anche tu. Ma le nostre strade si dividono qui."
Cos-? Ma non mi hai spiegato nulla!
"Non c'è bisogno.. Io non so più nulla. Troverai le tue cose nella tenda. Ma non restare troppo tempo qui. Potrai restare per la notte, ma domani mattina devi andare via, all'alba. Ciao."
Il rosso sparì senza neppure farsi salutare. Ne restò sorpreso.
Viva il maghetto\°O°/ Adesso adesso adesso... oggetto! Questa volta è il turno diiiiii... ... ... Una scarpa(?)
//Ahahahahah una scarpa? XD Che cosa---
Stranamente sembrava sentirsi a suo agio con quel ragazzo, il cui sorriso gli provocava dei strani sentimenti. Era talmente dolce che non avrebbe mai creduto di pensare una cosa del genere verso un ragazzo.
Dovere...?
"Non farmi domande..Sappi solo questo."
Allora già sapeva lui chi fosse... Era davvero strano. Probabilmente lo seguiva? Poteva davvero fidarsi di lui?
Ora che notava per bene, non indossava neppure le scarpe. Era come se fosse un mendicante. Il mercante aveva ragione. Il suo aspetto andava contro ciò che realmente era.
Sei un Principe..? Hai speso quella somma per me..
"Ah...Sciocchezze, sciocchezze. Non sopporto i mercanti che trattano male così gli animali.. Anche se tu sei speciale."
Sorrise di nuovo e il giovane annuì.
"Ora non pensare a nulla! Bevi. Ti farà bene."
Gli diede quell'intruglio in una scarpa. La cosa gli provocò un certo senso di nausea.
Non aveva scarpe perché le usava come stoviglie...
Ahm....
"Hm..? Cosa c'è? Avanti! L'ho fatto anche abbastanza saporito!"
Ok...
Pregò nella sua testa affinché non si sentisse male e bevve tutto d'un fiato quella robaccia.
//XDD
MI spiace per il mercante o: se lo meritava ma... mi spiace :o Comunque la storia si sta evolvendo bene e mi piace sempre di più! Vediamo un po', il prossimo è... una tartaruga! Cosa ne dici:3?
La volpe si addormentò, ma nel frattempo l'uomo che l'aveva acquistata si stava prendendo davvero cura di lui. Aveva portato la volpe nel suo accampamento. Era un luogo di pace e serenità immerso in un bosco poco più distante dal villaggio, in cui solo il cinguettio degli uccellini faceva rilassare.
Quando aprì gli occhi, il giovane si vide con la zampa fasciata e si sentiva più leggero, come se qualcuno gli avesse anche pettinato il pelo.
"Oh, ti sei svegliata eh?"
Disse l'uomo che l'aveva acquistato, mentre preparava qualcosa da mangiare e vide che di tanto in tanto dava delle foglie di insalata ad una piccola tartaruga posta lì di fianco l'altro.
Si!
Rispose, anche se non sapeva esattamente se fosse in grado di sentirla o meno. Ma l'uomo sorrise.
"So chi sei realmente..Non sei un animale, ma un essere umano...Su di te grava un incantesimo, vero?"
Lui sgranò gli occhi.
"Se ti stai chiedendo come io riesca a sapere queste cose, basta che mi osservi. Sono un mago. Uno potente, ma non sono in grado di capire cosa abbia scatenato la tua maledizione... Sembra che in realtà questa sia la tua vera natura. La cosa mi affascina abbastanza..."
Quindi...tu, puoi sentirmi...?
"Certo!"
Fece un sorriso piuttosto piacevole. Ora che ci faceva caso aveva i capelli molto corti e rossi, aveva un viso giovane e probabilmente erano coetanei.
Io...Mi chiamo...
Ma nel momento stesso in cui il giovane stava pronunciando il suo nome, si sentì uno sparo poco più in lontananza.
"Maledizione. Credo sia tornata la caccia alla volpe! Vieni qui!"
Lo prese in braccio e gli mise un amuleto intorno al collo, come se fosse una specie di collare, che però gli fece ritornare le sue sembianze. Iniziò a sentire maggiormente il dolore alla gamba.
Acc--! Maledizione!
"Su su! Sto preparando una zuppa in grado di farti passare il dolore."
Sorrise il rosso.
Grazie..Ma perché mi stai aiutando..?
"E' il mio compito"
//To be continued u.u
Povera volpina;*; Prossimo indizio uhm di nuovo un oggetto, un aquilone! E quello dopo ancora ti va di sceglierlo tu:3?
// Se lo scelgo io significa che devo fare io tutta la storia :°° Comunque... mi metti in difficoltà con l'aquilone ahahah xD
La volpe si trovava in estrema difficoltà. Veniva spesso picchiata, anche senza motivo, solo per il gusto di quel sadico mercante che la stava portando via contro la sua volontà. Ma lui doveva raggiungere la sua destinazione... Quel viaggio lo stava portando ad una serie di esperienze abbastanza incredibili.
Nel mentre si trovava sul carretto di quell'uomo che aveva intrapreso la via del villaggio per vendere subito la volpe. Alzando lo sguardo vide il cielo limpido e i bambini che giocavano anche con un aquilone.
Tutto sembrava paradisiaco, se non fosse che lui non poteva muoversi e legato alla stregua di un cane, era fasciato alla ben e meglio alla zampa rotta e soffriva, glielo si leggeva in volto.
Ma aveva attirato sicuramente l'attenzione dei compaesani, anche se il mercante voleva a tutti i costi vendere la volpe al mercato al prezzo più vantaggioso.
"FATE LARGO, PLEBAGLIA! NON SIETE DEGNI NEPPURE DI OSSERVARE LA VOLPE!"
"Una bellissima volpe...Mai viste di così..."
"Il suo pelo... me ne farei una sciarpa... anzi no! Un cappotto"
I brividi iniziarono a percorrergli la schiena ed istintivamente prese a ringhiare.
Una volta arrivato al mercato, distesa per terra, la volpe restava con gli occhi tristi a fissare il vuoto e a pensare cosa ne avesse fatto della sua vita, fin quando...
"La compro io."
"Ehh...?! Tu?! Dall'aspetto posso solo pensare che tu sia un vagabondo!"
"Non lasciarti ingannare dal mio aspetto, mercante. Posso offrirti mille e più monete d'oro."
"Ohohoh"
La volpe alzò lo sguardo osservando il mercante che si lisciava le mani con fare avaro e cattivo.
"Ebbene?! 100k potrebbero bastare per questo prezioso animale. La sua pelliccia è molto rara!"
"Ho già avuto occasione di osservarla al tuo cammino verso il mercato. Tieni. Liberala e dammela."
La volpe restò incantata da tutti quei soldi che aveva dato all'uomo senza neppure contrattare un attimo. Ma se era stata venduta, il suo destino era chiaramente segnato.
Quando il suo nuovo "padrone" lo prese in braccio però, sentì uno strano calore.
"Tranquilla... Ti porterò via di qui e mi prenderò cura di te."
Disse accarezzandogli il dorso. Chiuse gli occhi sentendoli pesanti e si addormentò.
"Eheh. Ora che ho venduto quella bestia, posso farmi una nuova vita! Addio mercati e addio vita povera!"
Ma una strana luce stava facendo annerire il denaro che aveva in un sacco l'uomo e nel mentre era nel suo carretto per fare ritorno alla sua dimora, il mercante iniziò a sentire qualcosa passargli sul braccio, come fango.
"EH?! COS'E' QUESTA ROBA?! A-AAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAAH!!!"
Il mercante fu inglobato dal fango che era fuoriuscito da quelle monete, facendole sciogliere, e sparì per sempre.
//To be continued
Lo schiavo ha dimenticato di dirti chi dovrai informare ahhahaha Le farfalle blu e nere... ammetto che mi aspettavo di vederle divenire bianche e oro :"D Il prossimo indizio è una persona. Un mercante.
//Meglio così ahah
Il giovane era caduto in quel buco talmente profondo che gli aveva causato la rottura di una gamba. Inutile le lamentele, aveva davvero dolore, ma sembrava non ci fosse nessuno nei dintorni per poterlo salvare.
"Ma chi abbiamo qui..?"
Sentì una voce di un uomo e si allungò per poterlo chiamare e chiedere aiuto.
AIUTO! AIUTATEMI! CREDO DI ESSERMI ROTTO UNA GAMBA!!
Urlava insistentemente, ma sembrava che la sua voce non fosse percepita.
"Ma chi è che si lamenta...?"
L'uomo avanzò per vedere nel buco chi ci fosse o meglio, cosa ci fosse e con grande stupore vide il giovane ragazzo immobile.
"Ma che bella volpe che abbiamo cacciato...Mi frutterà parecchi soldi e la mia vita da mercante prenderà decisamente un'altra piega!"
Una..volpe...? Ma ci sono io qui!
Si lamentò il ragazzo, ma mentre lui credeva fosse una voce, il mercante la udiva come un lamento animale e si accorse solo successivamente che la sua prospettiva era decisamente mutata. Più bassa e più gigante. E poi...
Le...zampe...
Sgranò gli occhi per poi alzare il muso notando il mercante scendere giù nel buco. Era una trappola dunque.
"Sta calma, intesi? Non ti farò del male...Ti curerò la zampa rotta."
Disse l'uomo che con grande velocità lo immobilizzò per poi afferrarlo e riportarlo in superficie.
La gamba gli doleva parecchio, tanto da lamentarsi.
"Sta zitto, stupido animale! Ho detto che ti medico!"
Gli diede un calcio facendolo guaire di dolore.
Maledizionee!!
Iniziò a ringhiare contro l'uomo, ma subito gli diede un altro calcio.
"Sei fortunata che non possa ucciderti o la tua pelliccia potrebbe risentirne. Mi servi viva e vegeta."
//To be continued
1 person likes this
Peccato :( sei una cosplayer stupenda! Se dovessi mai fare un gruppo a cui ti serve uno schiavo io sarei felicissimo di partecipare ahahah❤️
Grazie per esserti proposto! Non mancherò di chiedertelo :)
E per la casella numerooooo 4 abbiamo... le farfalle!
Addentare quelle mele gli bastarono per poter dire di essere sazio ed in forze. Era una colazione piuttosto strana, ma di certo non avrebbe lasciato il cibo sprecato. Tuttavia ne avanzarono un paio e decise di ritornare dove si era fermato, per poter mettere le mele nello zaino insieme al resto delle cose portate da casa.
Era ormai giunto il momento di inoltrarsi maggiormente nel bosco per poter proseguire il suo viaggio.
Il cielo era limpido ed il sole irradiava la zona coi suoi raggi. Era davvero una giornata magnifica, che gli trasmetteva allegria, lasciando dimenticare quello che gli era accaduto la sera precedente e pensando a solo un brutto sogno, giacché una creatura così bella non sarebbe mai potuta esistere..
Nel frattempo che camminava, il sentiero era tranquillo e si sentiva solo il canto degli uccellini di tanto in tanto, ma di fronte vide dell'incredibile. Delle farfalle dal colore blu e nero stava svolazzando fisse nello stesso punto creando un vortice di colori.
Wow...
Disse il giovane, ma la sua curiosità colpì ancora una volta e nell'avvicinarsi per capire il motivo di quello stano volo, cadde in una buca. Tutto divenne buio.
//To be continued
Olga buon giorno, ti chiedo scusa se ti disturbo una volta tanto, se in questi giorno vieni a Napoli posso incontrarti e baciarti i piedi?💖💖💖
Buongiorno a te <3
Ti ringrazio per la domanda, ma devo rifiutare. :)
Io so tutto e vedo tutto(?) ahahaahahaha dai il prossimo indizio è ...un cestino da picnic(?). E complimenti per la storia, mi piace*^*
//Grazie! XD
Il giovane ragazzo era rimasto solo nel bel mezzo della foresta ed al buio. Doveva rifare completamente un'accampamento per poter superare la notte. Ed ancora turbato da ciò che gli era capitato, si mise quasi vicino al laghetto, non troppo, per poi accendere un fuoco e sedersi sul prato. Aveva tirato dallo zaino tutto l'occorrente che gli serviva ed anche una coperta per coprirsi.
Chissà chi era...
Continuò a pensare, ma nel mentre la stanchezza lo colse, lasciandosi abbandonare tra le braccia di Morfeo.
Il mattino seguente, l'alba non si fece attendere e con prepotenza andò a sbattere i suoi raggi contro gli occhi cristallini del giovane, il quale sbadigliò e si sgranchì le ossa durante il risveglio.
Mh...Che fame..
Si guardò in giro, ma non c'era nessuna pianta che conosceva fosse commestibile, ma poco più in lontananza vide uno strano cestino da picnic (?) abbandonato.
Il giovane, affamato, si alzò mantenendosi la coperta indosso ed andò a recuperare il cestino. All'interno vi era una semplice mela, il cui colore però era davvero particolare, misto tra l'oro e l'argento.
Mh...? Che strana mela...
Il giovane ne provò la consistenza tra le mani, era dura come fosse pietra, ma mentre alla sua mente interessava quell'oggetto così singolare, il suo stomaco si impose non preoccupandosi di nulla, ma facendogli ricordare di essere semplicemente alla ricerca di cibo.
Se solo questa mela fosse reale...
Ed improvviso la mela si illuminò facendo apparire altrettante mele di un rosso molto succulento.
Il giovane sgranò gli occhi incredulo. Non era davvero possibile una cosa del genere, ma afferrò una mela e la annusò.
Una mela vera..?!
Poi ne provò il sapore ed il suo stomaco ringraziò. Era davvero ottima.
// To be continued u.u