Ask @Franco3Avati:

People you may like

PisanuFabio’s Profile Photo Fabio Pisanu
also likes
MajoraMask86’s Profile Photo Majo Writer
also likes
AlessandraPerrone160’s Profile Photo •Perrone•
also likes
DragonTaras97’s Profile Photo EDM
also likes
AlessiaPicano’s Profile Photo Alessia ☠
also likes
Antonellamarzano’s Profile Photo Antonella
also likes
Genioincompreso107’s Profile Photo Cams ♥
also likes
Erry99nauticosangiorgio’s Profile Photo •Enry•
also likes
mariarosariachianca’s Profile Photo EMINEM ❤️
also likes
marioooooooodksoxp’s Profile Photo Mario Gallotta
also likes
AleksFillIyoku’s Profile Photo OOPArt
also likes
ariaperpetua’s Profile Photo Aria Perpetua
also likes
sararizzo50309’s Profile Photo Nena.
also likes
Want to make more friends? Try this: Tell us what you like and find people with the same interests. Try this:
+ add more interests + add your interests

Cosa pensi dei fatto che recentemente ho sentito che alcuni dicevano che praticamente sembra che i servizi segreti americani so erano molto avvicinato per la cosa nostra americana addirittura alla base sigunella un Sicilia e tu che pensi?

polle85’s Profile PhotoAnge light
TRATTO DAL MIO LIBRO: Il ruolo della NATO
Lo sbarco in Sicilia i contatti con la Mafia
Ma gli Stati Uniti decidono di sbarcare in Sicilia anche perchè dispongono di un interlocutore particolare: la Mafia, che spiana la strada allo sbarco; controlla le retrovie degli alleati; contrasta i comunisti, anche con le armi. Tutto questo in cambio della "riabilitazione" e del controllo politico sull'isola, utilizzato anche per stroncare l'imponente lotta contadina contro il potere mafioso e latifondista, nata nel '43 e finita il I maggio '45, con la strage di Portella delle Ginestre (undici morti e ventinove feriti), operata dalla banda di Salvatore Giuliano. Nel resto d'Italia, anche se l'URSS dimostra di rispettare gli accordi intellerati, i servizi segreti USA iniziano una crociata anticomunista, schedando i comunisti italiani.
Maggiori informazioni https://www.ilruolodellanato.org/lo-sbarco-in-sicilia-i-contatti-con-la-mafia/

View more

Cosa pensi dei fatto che recentemente ho sentito che alcuni dicevano che

Cosa pensi che dicono di aprir un ambasciate italiana nel paesi limitrofi a Kabul e poi che pensi delle ragazze afghane e c'è una ragazza che è stata mutilata durante un combattimento e tu che pensi a queste due notizie?

polle85’s Profile PhotoAnge light
La NATO in Afghanistan - Anteprima di "La Globalizzazione della Nato".La collocazione dell’Afghanistan ha sempre avuto un particolare significato.
La collocazione dell'Afghanistan ha sempre avuto un particolare significato.
Questa Nazione priva di sbocchi sul mare si trova esattamente in una posizione mediana all’incrocio tra Asia centrale, subcontinente indiano e Medio Oriente. Il Paese è importante per diverse ragioni geo-strategiche ed economiche.
Per prima cosa, l’Afghanistan costituisce uno snodo geo-strategico che va a lambire l’Iran, la ex Unione Sovietica e la Cina, rendendolo parecchio appetibile. Nel corso della sua intera storia quest’area geografica è servita da cuscinetto tra Iran, India e Cina. Più tardi, dopo essersi reso indipendente dall’Iran, l’Afghanistan ha rivestito la stessa funzione tra l’Iran, la Russia (e poi l’URSS) e l’India, a quel tempo ancora sottoposta al dominio coloniale britannico, successivamente divisa tra Repubblica dell’India e Pakistan. L’Afghanistan è il luogo ideale per inserire un cuneo tra le grandi potenze eurasiatiche e per stabilire una presenza militare permanente da cui lanciare future operazioni in tutto il continente.
In secondo luogo, esso rappresenta la porta di ingresso ai Paesi dell’Asia centrale ricchi di materie prime, che permette di bypassare i territori dell’Iran, della Federazione russa e della Cina. Ciò costituisce un fattore di notevole importanza poiché consente a forze extra-regionali come Stati Uniti o Gran Bretagna di usare questo Paese allo scopo di aggirare tali potenze rivali della regione. Per anni uno dei progetti più importanti per Washington e le sue corporation è stato un corridoio energetico che passasse in territorio pakistano e afgano, partendo dai campi petroliferi e dalle riserve di gas naturale dell’Asia centrale.
Le missioni di combattimento della NATO si sono concentrate in gran parte nel sudovest e nel nord-ovest dell’Afghanistan, proprio dove era stato progettato il percorso di una pipeline strategica che trasportasse petrolio e gas naturale dall’Asia centrale fino all’Oceano Indiano. Prima dell’11 settembre 2001 Washington era stata coinvolta in negoziati infruttuosi col governo talebano al fine di garantire la sicurezza per questo corridoio energetico in progettazione.

View more

Cosa pensi che dicono di aprir un ambasciate italiana nel paesi limitrofi a

Next